You are here: /

THE DEAR HUNTER: Act IV: Rebirth In Reprise

data

16/10/2015
77


Genere: Prog Metal
Etichetta: Rude Records
Distro:
Anno: 2015

I The Dear Hunter sono considerabili più o meno una sorta di versione minore, o se vogliamo ‘di culto’ di una band decisamente più popolare come i Coheed And Cambria, solo che al posto di Claudio Sanchez c’è Casey Crescenzo (che però in questo caso fa praticamente tutto), e il territorio musicale è molto più ampio e più prog. Crescenzo è arrivato già al sesto album e c’era molta curiosità su come sarebbe continuato il concept a livello musicale. Va detto che ‘Rebirth In Reprise’ è forse il disco più poliedrico di The Dear Hunter, e al suo interno si trova un po’ di tutto, in un mix che va ben aldilà dei generi prefissati e che rende il disco una sorta di ‘rock opera’ soprattutto per i numerosi brani pomposi e teatrali, per arrivare a quelli più folk, in un insieme che mi sia consentito non è troppo distante da quello che ha reso famosi i King Crimson. Da evidenziare soprattutto "The Old Haunt" e "Waves", mentre le due "Bitter Suite" ci mostrano il meglio delle sfaccettature sinfoniche di Crescenzo. Un disco intelligente, non facile e che potrebbe passare inosservato in questa epoca di fast food musicale, ma che sarebbe un delitto ignorare.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web