You are here: /

GRAVE DIGGER: Symbol Of Eternity

data

31/08/2022
63


Genere: Heavy Metal, Power Metal
Etichetta: Rock Of Angels Records
Distro:
Anno: 2022

Esaurito il filone orrorifico e ripresi i concept medievali nel 2020 con 'Fields Of Blood' la band capeggiata da Chris Bolthendal torna a farsi viva con la più o meno consueta cadenza biennale sul mercato discografico (un po' come accade al connazionale Axel Rudi Pell). 'Fields of Blood 'ci presentava il combo teutonico alle prese con un sound piuttosto secco, asciutto, sostanzialmente privo di orpelli (se non si tiene conto di quegli inserti di cornamusa che hanno caratterizzato la produzione di 'Tunes Of War') e il nuovo 'Symbol Of Eternty' ne rappresenta diciamo il giusto sequel, bisogna tuttavia tener conto che le tematiche legate alla storia e alle battaglie concernenti l'indipendenza della Scozia furono già trattate in (capo)lavori quali 'Tunes Of War' e 'Knight Of The Cross'. 'Symbol Of Eternity' non può essere annoverato come un brutto episodio ma mostra i Grave Digger alle prese con una staticità creativa, una carenza d'ispirazione molto preoccupante sebbene i brani riescano sempre a tener botta, soprattutto nel duo iniziale  “Battle Cry” e “Hell Is My Purgatory” con la voce di Chris che impatta sempre alla grande (anche se il peso degli anni si fa sentire sempre più). Ma è con lo scorrere del rimanente materiale che vengono a nudo tutte le incertezze compositive nonostante Chris, Axel, Jens e Marcus facciano di tutto per onorare la loro storia, le tracce sembrano procedere quasi per forza di inerzia e solo grazie all'esperienza riescono ad evitare brutte figure. Interessante, e forse anche sorprendente l'inserimento di "Hellas Hellas" cover del cantante greco Vasilis Papakonstantinou proposta da Bolthendal nella lingua originale il cui taglio alla Deep Purple risulta assai azzeccato. Per coloro (in particolare tra i fans) che necessitano di una bella razione di metallo semplice e genuino nessun problema, per la restante platea un lavoro sostanzialmente di maniera, dignitoso o poco più.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Dtm

NERVOSA + BURNING WITCHES
Pumpehuset - Copenhagen (Danimarca)

Confesso di avere qualche pregiudizio nei confronti delle band metal totalmente formate da elementi di sesso femminile, e mi scoccia ammetterlo. Ma è un dato di fatto che non avrei mai preso i biglietti per questo concerto se non fosse stato che doveva aver lu...

Sep 24 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web