You are here: /

THREESTEPSTOTHEOCEAN: Del Fuoco

data

16/09/2020
73


Genere: Post-Metal
Etichetta: Antigony Records
Distro:
Anno: 2020

Tra le realtà qualitativamente migliori e più importanti del panorama post-rock/metal italiano, un posto di rilievo lo meritano sicuramente i Threestepstotheocean. Attivi da circa una quindicina di anni, il gruppo di Busto Arsizio ha collezionato una serie di album tutti caratterizzati da un tratto distintivo: la continua ricerca di un’alta tensione sonora, formata da sostanziali impatti musicali frontali, a cui si intervallano passaggi più atmosferici, ma sempre caratterizzanti un alto livello di attenzione. Finalmente (forse) la band ha avuto l’onore di essere stata messa sotto contratto per la pubblicazione del nuovo album, a cinque anni di distanza da ‘Migration Light’. Antigony Records, una label che da sempre cerca la qualità nel post-rock, ha posto il suo sigillo su ‘Del Fuoco’, un album che a differenza dei precedenti, balza subito all’occhio soprattutto dei più fervidi conoscitori della band per via dell’intero uso dell’italiano nei titoli dei brani, tralasciando quindi l’inglese del recente passato. Personalmente, va dato atto di questa scelta che testimonia l’elevato livello della musica underground italiana e del rispetto per essa. Un fascio di luce sonoro coinvolge l’apertura affidata a  “Canto ai vivi”, che può essere associato ad un sole cocente in mezzo al deserto. Non a caso, il brano successivo si intitola “Dal deserto”, un brano che si discosta profondamente dal consueto sound dei Threestepstotheocean, e dove troviamo quindi ritmi dal sapore mediorientale e molto ipnotici, che aumentano di frequenza lentamente dalla metà verso la fine. Con “Fiori immortali” si ritorna su territori più in linea con il loro sound, svelando il loro lato più impattante grazie ai classici ritmi serrati che catturano subito l’ascoltatore. Le successive “Profezie dalle rovine” e soprattutto “Dispersi” continuano il percorso, in pieno stile Threesteps, dove in quest’ultimo brano si riesce ad insinuare anche una fase ipnotica cara agli Earth, prima dei samples conclusivi di stampo militare. Ciò non toglie che, ascoltando un brano di questo tipo, l’associazione a tutto ciò che ha fatto la band bustocca sia evidente. I due brani conclusivi, “Notte in pieno giorno” e “Arcangeli con le trombe, diavoli con i tromboni” si inseriscono, invece, in un percorso dove la band cerca atmosfere diverse; in particolare nel primo brano, si nota una certa impalpabilità di sfumature e un continuo senso di astrazione. Il brano conclusivo traduce in musica ciò che dice il titolo, soprattutto quando si sovrappongono i livelli delle melodie, creando un tourbillon di suoni in continuo avvicendamento. ‘Del Fuoco’ è un album che si lascia soddisfare dopo un lungo e ragionato percorso di ascolto, è un album che si fa apprezzare col tempo e con la dovuta pazienza. Gli elementi più interessanti della musica dei Threestepstotheocean, in questo caso, si svelano un po’ alla volta, ascolto dopo ascolto, per poi raggiungere una visione d’insieme che, ancora una volta, mette d’accordo tutti e che lo pone al livello dei dischi precedenti, in buona parte diversi e forse più impattanti di ‘Del Fuoco’, che invece ha voluto tenere ben più riparato e protetto il proprio nucleo propulsivo, lasciando all’ascoltatore l’onere di svelarlo in maniera più incessante che in passato, per coglierne poi la sua indiscutibile essenza.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Mdslide

METAL DAYS - WEEKEND OF SOLACE
- Tolmin

Il festival Metal Days era stato cancellato, ma gli organizzatori, con minimo preavviso, visto l'opportunità di organizzare qualcosa di simile e forti di 2000 potenziali adesioni richieste via web entro una certa data per portare avanti il processo organiz...

Sep 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web