You are here: /

KEEL: Voglia di ristampe

Keel tff

Annunciate e rimandate di un anno, arrivano le tanto attese ristampe di ‘The Final Frontiers’ e ‘Keel’ targate Rock Candy (in audio remastered e reloaded, ma prive di bonus), venendo incontro alle richieste dei moltissimi fan della band californiana capeggiata dal tellurico Ron Keel. Due album dai suoni cromati (soprattutto l’omonimo ‘Keel’), rispetto ai due precedenti episodi più ruvidi dall’attitudine stradaiola, a favore di un maggior appeal radiofonico. Dall’arrembante hard & heavy, i Keel virarono verso un class metal più ragionato, nel tentativo di affermarsi su larga scala, seguendo durante la stesura di ‘The Final Frontiers’ le indicazioni ed i suggerimenti del demone dei Kiss Gene Simmons, che aveva già offerto i suoi servigi per ‘The Right To Rock’. La scrittura risente molto dell’impronta del linguacciuto, basata su cori incalzanti e riff a presa rapida (Twisted Sister ed i Kiss di quel periodo i punti di riferimento). Qualche ospite di lusso a corollario, come Joan Jett, Jamie St. James (Black ‘N Blue), Gregg Giuffria (Angel e Giuffria) e Mitch Perry (chitarrista session man per svariati artisti), danno lustro a ‘The Final Frontiers’, raccolto tra l’altro in una delle copertine più belle dell’hard & heavy degli anni ’80, realizzata dall’illustratore John Taylor Dismukes (autore per Y&T, Winger, Lynch Mob, Badlands e Megadeth). Il rifacimento di "Because The Night" (nata dalla penna di B. Springsteen e riportata in seguito in auge da Patti Smith e 10.000 Maniacs) non sortì gli effetti sperati, ma la title track, "Raised On Rock" e "No Pain No Gain" tengono alto lo spirito battagliero di Mark Ferrari e soci.

Altro nome di grido, l’iper quotato Michael Wagener con il quale i Keel si giocarono l’ultima carta. Al produttore, celebre per i lavori al soldo dei Dokken, Great White, Motley Crue e Bonfire il compito di smussare ulteriormente gli spigoli del suono per un restyling definito con l’ausilio di collaboratori esterni (Jack Ponti e Jimmy Bain). La patina radiofonica non scalfisce un quintetto di duri come il gruppo losangelino, fedele a sé stesso ed autore con ‘Keel’ di un album meno istintivo, ma alquanto raffinato, con le chitarre che si pregiano di un sound cromato e nel complesso un lotto di brani che sfruttano un’impalcatura corale di spessore: "United Nations", "Somebody’s Waiting", "It's A Jungle Out There" e "Fourth Of July" rappresentano gli highilights della release. L’hard & heavy nella seconda metà degli anni ’80 era un treno in corsa, se lo ricorderanno benissimo i 40enni di oggi, band come Autograph, Ratt, Dokken e Bon Jovi godevano di una costante rotazione (televisiva e radiofonica), e non salire sul quel treno avrebbe comportato perdere l’opportunità di rinunciare ai passaggi televisivi di MTV

P 1986-1987/2020 Rock Candy Records

The Final Frontier
01. The Final Frontier
02. Rock And Roll Animal
03. Because The Night
04. Here Today, Gone Tomorrow
05. Arm And A Leg
06. Raised On Rock
07. Just Another Girl
08. Tears Of Fire
09. Nightfall
10. No Pain No Gain
 
Keel
01. United Nations
02. Somebody's Waiting
03. Cherry Lane
04. Calm Before The Storm
05. King Of The Rock
06. It's A Jungle Out There
07. I Said The Wrong Thing To The Right Girl
08. Don't Say You Love Me
09. If Love Is A Crime (I Wanna Be Convicted)
10. Fourth Of July
 
The Final Frontier line-up:
Ron Keel lead vocals, guitar, keyboards
Marc Ferrari lead guitar, backing vocals
Kenny Chaisson bass, backing vocals
Dwain Miller drums, backing vocals
Bryan Jay lead guitar, backing vocals
Joan Jett guest rhythm guitar
Jamie St. James guest backing vocals
Gregg Giuffria guest backing vocals
Mitch Perry guest rhythm guitars
 
Keel line-up:
Ron Keel lead vocals, guitars, keyboards
Marc Ferrarri lead guitar, backing vocals
Bryan Jay lead guitar, backing vocals
Kenny Chaisson bass, backing vocals
Dwain Miller drums, backing vocals
 
Discography:
1984 - Lay Down The Law
1985 - The Right To Rock
1986 - The Final Frontier
1987 - Keel
1989 - Larger Than Live
2010 - Streets Of Rock 'N' Roll

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Hellraiser wavegotikweekend header sa

WAVE GOTIK TREFFEN
- Lipsia (GER)

Quasi tutti i festival estivi sono andati incontro, dopo la cancellazione dell'anno 2020, anche a quella di questo 2021. Il Wave Gotik Treffen di Lipsia non fa eccezione in questo senso: dopo avere nel luglio dell'anno passato confermato per il maggio segue...

Jul 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web