You are here: /

LYNYRD SKYNYRD: GOD & GUNS

data

22/10/2009
75


Genere: Hard Rock
Etichetta: Roadrunner
Distro:
Anno: 2009

Il decesso di diversi membri della formazione nel corso del tempo ha assunto connotati a dir poco assurdi. Un'esistenza tormentata, dolorosa che credo non abbia pari se si vanno a sfogliare le pagine della storia del rock. Ma nonostante tutto i Lynyrd sono ancora qua, indomiti, assetati di quella linfa che solo la distorsione di una sei corde riesce a produrre. Così arriva "God & Guns" alla soglia dei 40 anni di storia sul groppone. Un peso storico-artistico che potrebbe schiacciare in un solo secondo chiunque, invece ci ritroviamo una band - capitanata da Johnny Van Zant, fratello minore di Ronnie - che non ne vuol sapere di farsi da parte, di campare sugli allori, di soccombere all'incedere tragico che da sempre contrassegna la sua carriera. Ed ecco un nuovo lavoro che a tratti mozza il fiato, che a lungo ti scalda il sangue nelle vene, che guarda qualche centimetro oltre il classico sound southern e sfuma anche in territori più strettamente hard, più squisitamente melodici. Tranne un paio di cadute di tono - "Southern Ways" è manifestamente simile al loro classico "Sweet Home Alabama", mentre la ballad "That Ain’t My America" ricorda incredibilmente "Remember You" degli Skid Row sia nel giro armonico, sia nelle linee vocali - il disco è un concentrato di seduzione e passione, di rock, blues e di melodie che faranno facilmente presa su chiunque avrà la fortuna ed il merito di avvicinarsi ad esso. A renderlo appetibile, oltre alla qualità media dei brani, ci sono anche la prestazione di Johnny con la sua ugola distillata a sudore e whisky, la partecipazione di ospiti quali Rob Zombi e John 5, ed un lavoro prestigioso dietro le pelli di Michael Cartellone - i più attenti lo ricorderanno sicuramente come drummer dei Damn Yankees, John Wetton e diversi altri. Un disco a tutto tondo, insomma, che oltre a tenere alto il nome del gruppo riesce anche a dire la sua autonomamente tanto che se fosse un gruppo all'esordio grideremmo al miracolo: si pronuncerà pure 'leh-'nérd 'skin-'nérd, ma si legge leggenda.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

HYPOCRISY – SEPTICFLESH
Orion - Ciampino (Roma)

Primo grande evento della stagione concertistica autunnale della capitale e quale migliore occasione per assistere al set di due band che, in maniera diversa, hanno fatto la storia del genere estremo. "Apertura delle danze" riservata ai finlandesi Horizon I...

Nov 22 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web