You are here: /

BLOODBATH: THE FATHOMLESS MASTERY

data

15/10/2008
85


Genere: Death Metal
Etichetta: Peaceville Records
Distro:
Anno: 2008

Nonostante la formazione stellare, nonostante la produzione battagliera, nonostante tutto, sono sempre stati in pochi a dare il giusto peso ai Bloodbath, side project di nomi fin troppo grossi e altisonanti. Ma abbiamo ragione di credere che dopo quanto fatto in questo magro 2008, saranno in molti a cambiare idea. Un live e un Ep di ottima fattura e, ciliegina sulla torta, il nuovo album. Cambiamenti pochi, ma sostanziali. Il sound è sempre quel Death scandinavo, direttissimo e compatto, che va ad arricchirsi, in questa sede, di spunti più violenti e moderni. Un po' si strizza l'occhio all'America, specie in episodi come l'opener "The Behest Of Their Death", con i suoi riff potenti e incisivi, elemento comune a tutti i brani, che nel loro insieme lasciano davvero poco respiro all'ascoltatore. Poi troviamo melodie angoscianti e cupe ad accompagnare i riff, che rievocano appieno gli oscuri tramonti delle lande svedesi. Ma parlavamo anche di moderno, elemento basilare della breve e groovegiante "Iesous" che richiama alla mente addirittura i Meshuggah. E le undici tracce di 'The Fathomless Mastery' proseguono nella loro missione distruttiva e annicchilente, come davvero difficilmente si poteva sperare, qualificandosi a pieni voti come una delle più piacevoli sorprese del 2008, dove tra la massa di deathster a bocca aperta trovate anche il sottoscritto. Diamine, ma per fare qualcosa di buono ci si deve mettere per forza gente come Akerfeldt o Nyström?

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web