You are here: /

BELPHEGOR: WALPURGIS RITES - HEXENWAHN

data

16/10/2009
70


Genere: Black/Death Metal
Etichetta: Nuclear Blast
Distro:
Anno: 2009

Senza nemmeno lasciare il tempo che i segni di manette e frustate di 'Bondage Goat Zombie' siano del tutto rimarginati, l'act più rappresentativo del metal austriaco torna alla ribalta forte del supporto del gigante Nuclear Blast. Purtroppo i fasti di 'Pestapokalypse IV' fanno parte di un passato sempre più remoto, sembra proprio che il sound degli austriaci si sia adattato a logiche di natura commerciale, checchè ne dicano nei comunicati stampa. I nostri si presentano con un barocco diavolone in copertina, che purtroppo ne ricorda drammaticamente un altro. E' pacifico che i mitteleuropei restino inattaccabili dal punto di vista strumentale, per non parlare della superba produzione, competitiva e concepita per tirar fuori dall'underground una band dalle enormi potenzialità rimasta nell'Inferno musicale per troppo tempo, almeno secondo i discografici. Non lasciatevi dunque ingannare troppo dall'opener mazzata e priva di solo "Walpurgis Rites", seguita dalla lunga e cangiante "Veneratio Diaboli - I Am Sin", senz'altro uno dei momenti migliori di 'Walpurgis Rites - Hexenwahn' con i break, le cadenzature alternate ai blast beat, gli arpeggi e le melodicità. Eppure bastano pochi pezzi per renderci conto che i Belphegor ci mettono sempre meno anima, senza certo lesinare talento. Nei fraseggi oscillanti tra Black e Death c'è sempre più funzionalità, sempre più Apollineo e meno Dionisiaco, e un pezzo come "The Crosses Made Of Bone" ne è emblema. Poi nell'ultima parte del disco si corre col freno a mano tirato: si comincia con il cadenzatissimo Death melodico "Der Geistertreiber" e la chiusura affidata alla lentissime ed epiche "Enthralled Toxic Sabbath" e "Hexenwahn - Totenkult", che tirano fuori l'animo più melodico e malinconico degli austriaci. Un nuovo capitolo della vita artistica del combo, senza dubbio, che probabilmente riuscirà a ritagliarsi uno spazio maggiore nel mainstream, lasciando i fan della prima ora a boccheggiare. Ma questa non è una situazione nuova, 'Walpurgis Rites - Hexenwahn' è un qualcosa che ha mostrato il lato più melodico (e in un certo senso ragionato) di una band il cui nome è sempre stato sinonimo di nera violenza. Questo a voler essere positivi.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

HYPOCRISY – SEPTICFLESH
Orion - Ciampino (Roma)

Primo grande evento della stagione concertistica autunnale della capitale e quale migliore occasione per assistere al set di due band che, in maniera diversa, hanno fatto la storia del genere estremo. "Apertura delle danze" riservata ai finlandesi Horizon I...

Nov 22 2022

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web