You are here: /

INBORN SUFFERING: WORDLESS HOPE

data

16/11/2006
84


Genere: dark/doom
Etichetta: Sound Riot Records
Anno: 2006

Anche se tutti i giorni parlo male e disprezzo l'operato dei francesi e di tutta la Francia in generale, ogni tanto anche i cugini d'oltralpe combinano qualcosa di buono. Scherzi a parte, questa volta parliamo degli Inborn Suffering, quintetto francese dedito a sonorita dark/doom molto oscure. Formatisi nel 2002 e con all'attivo solamente un demo (un OTTIMO demo) dell'anno scorso, gli Inborn Suffering hanno realizzato il loro debut album 'Wordless Hope' all'inizio di questo anno per la portoghese Sound Riot Records. Dark/doom si diceva, e di quello fatto bene, che si rifà in più di un'occasione ai mai dimenticati Anathema dell'era Darren White (non quelli attuali che giocano a fare i Porcupine Tree...) sia per la voce del singer Fréderique che per alcune sfumature del sound che sembrano prese direttamente da 'Serenades' per quanto sono eleganti. L'accoppiata iniziale fra l'opener, la lunga "This Is Who We Are", e la successiva title-track possono funzionare benissimo come manifesto per comprendere bene e inquadrare le sonorità e lo stile degli Inborn Suffering: voce sofferta e malinconica, fraseggi di chitarra eleganti e disperati, tastiere mai invasive ma efficienti nel creare atmosfere particolarmente d'effetto e un mood generale più deprimente di un cielo cupo d'autunno che a tratti richiama anche i Saturnus di 'Paradise Belongs To You'. Ovviamente anche questo, come quasi tutti gli album catalogati come doom, ha bisogno di diversi ascolti per poter essere metabolizzato nel migliore dei modi, ma di sicuro saprà riservare piacevoli soprese in musica. Giovato da una registrazione ad hoc per questo genere di sonorità, l'album ha il pregio di scorrere fluidamente per tutta la sua ora abbondante di durata, una gioia per gli amanti di tale sonorità, un piacevole diversivo per gli amanti della musica oscura in generale.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Metalitalia festival 2018sez

METALITALIA.COM FESTIVAL
Live Club - Trezzo sull'Adda (MI)

Uno degli eventi metal più riusciti negli ultimi anni sul suolo italiano vede all’organizzazione principale dei colleghi di stampa musicale, quale è la storica webzine Metalitalia.com, che in ogni edizione disputata all’interno del Live Club...

Sep 24 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web