You are here: /

BELPHEGOR: PESTAPOKALYPSE VI

data

22/10/2006
84


Genere: black/death
Etichetta: Nucelar Blast
Anno: 2006

Sempre a cavallo fra Death e Black metal ritornano gli austriaci Belphegor, questa volta accasatisi presso la potentissima Nuclear Blast. In giro ormai da ben tredici anni e con una manciata di buone releases all'attivo, fra full-lenght ed EP vari, questo gruppo stabilmente florido e attivo nell'underground più blasfemo ed estremo ha in 'Pesatapokalypse VI' il suo biglietto da visita più recente. La qualità qui è veramente alta e c'è da fare un plauso particolare al songwriting adottato che ha mantenuto invariati e ha anzi amplificato i caratteri salienti e vincenti dei due generi qui proposti: la butalità e ferocia del death centroeuropeo e la glaciale necrosi del black scandinavo, senza mai optare per una particolare scelta piuttosto che un'altra. L'album si inquadra sin da subito per tempi medi molto alti, blast beats e sfuriate di doppia cassa a volontà, con la voce del singer Helmuth (anche alle chitarre) e le chitarre di tipico stampo black senza dimenticarsi di aggiungere qua e là (pregevolissimi) inserti atmosferici (come in 'Sanctus Perversum' ad esempio, la mia preferita del lotto). Una voce fuori dal coro? Essenzialmente si, prendendo a mente anche le altre uscite di questo tipo, molto abbondanti specialmente in Norvegia, in questo caso le nove canzoni di questo nuovo album dei Belphegor hanno sicuramente una marcia in più, sia in fase di esecuzione tecnica che propriamente in fase di architettura e composizione, dove si evince che gli ascolti abituali e le influenze musicali dei membri del gruppo sono molteplici. Liricamente parlando, i testi sono più o meno tutti incentrati su tematiche blasfeme e anti cristiane, come da sempre è trademark del gruppo, che si adattano ottimamente sul sustrato musicale di cui sopra. Un plauso particolare all'artwork generale e alla grafica: ad opera di quel genio malato che è Seth Siro Anton (Paradise Lost, Rotting Christ, Chris Caffery e tanti altri...): veramente d'effetto!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Aslegend

ARMORED SAINT
Legend Club - Milano

Concerto leggendario! I fortunati che hanno stipato il Legend di Milano si sono goduti una performance encomiabile da parte di Bush e compagni, da parecchio tempo in giro per il mondo e per la prima volta arrivati finalmente anche a Milano. Anima e sudore, gli Armore...

Nov 21 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web