You are here: /

BURN THE MANKIND: To Beyond

data

08/05/2016
65


Genere: Death Grind Metal
Etichetta: Mighty Music
Distro: Audioglobe
Anno: 2015

Mazzata invereconda quella rifilata dai brasiliani Burn The Mankind, autori di un debutto su full lenght - dopo un Ep ed un singolo - di ferale death metal ai confini col grindcore. In sostanza il chitarrista Marcos Moura, deus ex machina della band, riprende il discorso dei suoi Nephast, brutal death band autrice di due album, con la quale ha scorrazzato sopra il valico del millennio, smembrando e triturando tutto ciò che gli si parava di fronte e lo fa cercando di estremizzare ancora di più il sound della sua prima band - della quale faceva parte anche l'altro chitarrista Rafael Barros entrato solo a registrazioni quasi ultimate - aprendo 'To Beyond' con tre pezzi di puro grind che si pone a metà strada tra 'Mentally Murdered' e 'Harmony Corruption' dei Napalm Death - "The Uprise" è un'intro - , salvo poi spostare il tiro verso un death più "mainstream" - se si può usare questa definizione per il death metal - figlio di Morbid Angel e Hate Eternal. La mosca bianca "Vacuum", pezzo strumentale dall'incedere ambient risulta a questo punto l'highlight dell'album, poichè dopo, le idee valide latitano, solo qualche sprazzo thrash nelle successive e più articolate "Everyone Is Blind" e "Cries", mentre il finale si trascina con un senso d'incompiuto nelle brevi ed inconcludenti "Beneath The Sun", "Survive On" e "Human Decay" - queste ultime due riprese dall'Ep d'esordio. Se non fosse per la parte iniziale, per la produzione devastante e per l'animalesca interpretazione del growler Pedro Webster - un cognome, una sicurezza! - saremmo di fronte ad una sonora bocciatura, invece così rimandiamo i Burn The Mankind agli esami di riparazione, dove dovranno decidere se spostarsi verso il territorio esplorato nella prima parte dell'album - consigliato! - oppure stagnare in un death di maniera che è già stato sviscerato miliardi di volte da altri gruppi e con risultati migliori. Le slidin' doors sono lì davanti, i brasiliani sono padroni del loro destino, buona fortuna!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web