You are here: /

THE GRAVIATORS: Motherload

data

02/04/2014
71


Genere: Storner Doom Rock
Etichetta: Napalm Records
Distro:
Anno: 2014

Siamo nel 2014, ma questo disco avrebbe potuto benissimo essere stato pubblicato nel 1970 o giù di lì. Un heavy rock vintage che trae spunto dai Black Sabbath. Chiamati a bissare i buonissimi responsi del precedente 'Evid Deeds' il quartetto svedese sembra aver preservato nella dovuta maniera le caratteristiche del proprio sound grazie soprattutto al lavoro del chitarrista Martin Fairbanks, motore pulsante della band che pur non rivelandosi certo un virtuostista riesce a scolpire riffs grezzi e sporchi quanto basta, spesso e volentieri oscuri (per non definirli sepolcrali come ad esempio nella plumbea "Eagles Rising" caratterizzata dalla presenza di vocals filtrate), ma come al solito saturi di groove. L'espressività evocativa e il carisma del cantato di Niklas Sjöberg sono come al solito manifestati al massimo delle potenzialità; l'unico aspetto che può essere oggetto di dibattito è la lunghezza delle songs in cui si corre il concreto rischio di rendersi prolisse con i riffs portanti che se la menano un po' troppo, brani dalla durata media che oltrepassa gli otto minuti con punte anche di quattordici nella suite conclusiva, la liquida e psichedelica "Druid's Ritual" dove l'ensamble riesce a dare spettacolo e l'aspetto melodico/strumentale brilla finalmente di luce propria. Siamo sicuri che i fan della band e i fautori del genere si getteranno a capofitto su questa nuova release, per gli altri sarebbe opportuno procedere ad un accurato ascolto prima di prendere una decisione in merito.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Savage republicsez

SAVAGE REPUBLIC
Wishlist - Roma

Serata all'insegna del post-punk al Wishlist di Roma il 12 gennaio scorso. Ad aprire la serata gli Echoes Of Silence, band romana attiva fin dal 1997 e nata per omaggiare i Joy Division. Infatti, nel loro repertorio iniziale gravitavano diverse cover degli albion...

Jan 28 2023

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web