You are here: /

OM: PILIGRIMAGE

data

26/10/2007
65


Genere: Doom psichedelico
Etichetta: Southern Lord
Anno: 2007

Ad un anno dal capolavoro 'Conference Of Birds', torna il duo basso-batteria (in pratica la sezione ritmica degli Sleep) più famoso o forse l’unico tra quelli che si propongono di suonare doom, o meglio, vuole suonare una musica che dia gli stessi effetti ed emozioni del doom. La musica degli Om è fatta fa lunghe suite emozionali, fatte tutte per l’introspezione e per la riflessione, il ritmo si disperde in rivoli solitari e nubi che si disfano all’orizzonte, il basso pulsa e oscilla instancabilmente, con andamento ipnotico e rituale, spesso ripetitivo o inspiegabilmente progressivo, persino fragoroso a tratti o estremamente rarefatto e atmosferico, il vero etereo e sottile protagonista di questa musica così difficile da codificare e spiegare. Più che di vocalist e di prestazioni vocali, si potrebbe parlare di una guida spirituale e di recitazione di rosari, sussurrati, a volte soffocati nella paralisi sensoriale pre-mistica. Nel 2007, il duo si presenza con un disco di ben quattro pezzi, sicuramente la parte più leggera e psichedelica della loro carriera, quattro pezzi dotati di una certa raffinatezza compositiva, ma anche volutamente lasciati incompleti, quasi vuoti, dilatati, pieni di smagliature, nelle quali tutto riesce a passare. Quindi se ci sono delle novità, esse risiedono dunque proprio nella leggerezza del nuovo sound, e nel culto del silenzio e delle pause prolungate, che è una novità vera e propria. Questa musica circumnaviga e ritaglia il silenzio, in modo chirurgico, lo seziona, lo studia, lo contorna, lo rifinisce decorandolo, e in questo modo crea filamenti sottili di ritmiche ermetiche e misteriose, da ascoltare e riascoltare nel modo giusto e con lo spirito adatto a questo genere di esperienze. Ovunque sono presenti i Pink Floyd di 'A Saucerful Of Secrets', e una atmosfera molto sixties, solo pochi momenti aggiungono un tocco modernista, e pochissimi sono quelli degni di nota. Da segnalare le trovate bassistiche a la Tool nella title track. Tutti i fanatici della psichedelia leggera e sperimentale non potranno che apprezzare il disco. A mente lucida quest’album tanto atteso, e tanto diverso dal raggelante 'Conference Of Birds', delude le aspettative, non coinvolge abbastanza, accarezza ma non penetra, e si appiattisce ad un trend mondiale di alleggerimento dei suoni, comune a tutta la scena, per sfuggire dalla monotonia di uno stile che avrebbe bisogno di una vera svolta.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Hellraiser wavegotikweekend header sa

WAVE GOTIK TREFFEN
- Lipsia (GER)

Quasi tutti i festival estivi sono andati incontro, dopo la cancellazione dell'anno 2020, anche a quella di questo 2021. Il Wave Gotik Treffen di Lipsia non fa eccezione in questo senso: dopo avere nel luglio dell'anno passato confermato per il maggio segue...

Jul 23 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web