You are here: /

NAPALM DEATH: Throes of Joy In The Jaws Of Defeatism

data

30/09/2020
90


Genere: Death Metal, Industrial, Grindcore
Etichetta: Century Media
Distro:
Anno: 2020

Diciassettesimo disco per i Napalm Death, band con ormai più di 30 anni di carriera alle spalle. Questo nuovo ‘Throes of Joy In The Jaws  Of Defeatism’ (un titolo meno complicato?) arriva a cinque anni dal precedente ‘Apex Predator-Easy Meat’. Ma il bello della band inglese è quel senso di affetto che li circonda, dovuto anche al fatto che il gruppo si è evoluto nel tempo, mantenendo pur sempre una propria riconoscibilità. E anche dal vivo questi “splendidi cinquantenni” ancora oggi “spaccano” di brutto. Questa band ormai storica, dedita da sempre al rumore estremo, ha pure il coraggio di sperimentare e contaminarsi con qualcosa presa a prestito da chi ha fatto più “rumore” negli ultimi trent’anni. Infatti, questo nuovo disco, oltre al sound tipicamente spaccatimpani che li caratterizza, aggiunge qualche vago riferimento all’industrial e ad un certo goth rock/industrial devoto ai Killing Joke (“Amoral”, “Acting In Gouged Faith”, “Invigorating Clutch”). E già quest’inverno i Napalm Death si sono cimentati con un singolo interessante, contenente anche una cover dei Sonic Youth, fatta molto bene (“White Cross”), e con “Logic Ravaged By Brute Force” che ricorda molto la band di Jaz Coleman. Altra traccia notevole è “Backlash Just Because”, un a sorta di omaggio a quell’altra band monumentale di rumore inconsueto che risponde al nome di Voivod, soprattutto nel bridge fatto di accordi decadenti. Questo la dice lunga anche sulla musica che ascoltano i Napalm Death, oltre alle consuete quintalate di grindcore (“That Curse Of Being In Thrall”) e death metal secondo tradizione. Almeno loro e pochi altri possono permettersi di riprendere generi che essi stessi hanno inventato, perché chi debutta oggi col grindcore o il death metal può facilmente puzzare di già sentito. Mentre con la band di Birmingham siamo a metà strada tra tradizione e contaminazione, come già ha sperimentato con alcuni dischi degli anni 2000. Non c’è altro da aggiungere. Siamo di fronte a un graditissimo ritorno e ad un disco eccellente.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Dksez

DIE KRUPPS
Babel - Malmö

Tre anni e mezzo dopo la loro precedente apparizione nella ex chiesa, oggi club Babel, i Die Krupps si ripresentano nello stesso luogo due giorni prima della loro apparizione al limitrofo Copenhell Festival. In apertura si esibiscono gli svedesi Morlocks. La band, pu...

Jul 24 2024

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web