You are here: /

PHARMAKON: Devour

data

20/08/2019
70


Genere: Noise, Industrial, Electronics
Etichetta: Sacred Bones
Distro:
Anno: 2019

Pharmakon è la creatura sonora di Margaret Chardiet, artista sperimentale newyorchese giunta ormai al quarto disco, ‘Devour’, e dedita a un micidiale mix di noise, industrial e elettronica, con voce che ha ben poco di umano e che somiglia piuttosto a un grido di dolore sullo sfondo. I cinque  brani, mediamente lunghi, registrati live studio, hanno appunto queste caratteristiche comuni, oltre all’ossessività e alla ripetizione di rumori industrial, modello catena di montaggio (si ascolti, ad esempio, il brano di apertura “Homeostasis”). Anche il nome della band allude, se ho ben compreso l’etimo greco, a qualcosa di velenoso e malefico. Questo ben descrive l’atmosfera plumbea e claustrofobica che avvolge l’intero disco, con reminiscenze varie di Throbbing Gristle (pionieri..) e Einsturzende Neubaten. Per gli amanti del genere questo nuovo ‘Devour’ rappresenta una summa devastante da ascoltare in condizione mentale al limite del viaggio lisergico, altrimenti, per le orecchie e le menti più “ordinarie” (ma si prenda il termine con una accezione molto larga), questo disco risulta alquanto noioso e ripetitivo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web