You are here: /

TOUR DIARY: THE SHIVER: 'Dark Matters' Tour

Shiver

In questo speciale vi raccontiamo in esclusiva il diario di bordo scritto appositamente da Federica 'Faith' Sciamanna, voce e co-leader dell'alternative rock band THE SHIVER, che ci porterà all'interno delle date europee di supporto ai finlandesi THE RASMUS, nell'ambito del tour di promozione del loro ultimo album 'Dark Matters', pubblicato ad ottobre 2017 per Playground Music Scandinavia. Buon viaggio assieme a THE SHIVER!!!

Sabato 22 settembre 2018 - On the road between Tallinn and Gdansk.

Ciao a tutti! Sono Faith, cantante dei The Shiver! E' un piacere per me poter condividere con tutti voi lettori, e magari anche con colleghi musicisti quel che succederà durante questa nuova avventura!! Il doppio tour del 2016 (con Dead Letter Circus e poi con Tarja Turunen) è nel frattempo diventato un libro che si intitola "Tour Stories"; quello del 2017 con Sonic Syndicate ci ha permesso di portare in giro per tutta Europa l'allora neonato 'Adeline', il nostro ultimo disco; abbiamo registrato altri singoli e cambiato line-up, ed ora siamo entusiasti di questo nuovo viaggio!

Prima di iniziare, ringrazio K2 Music Management che si prende cura di noi da qualche anno, Giacomo Pasquali il nuovo chitarrista, Simone D'Andrea il "supplente" di basso - tranquilli, Morris Toti è ancora con noi e ci raggiungerà in corso d'opera! - Inoltre, Finch e appunto Morris, e special thanks to Raffaele Pisani per il supporto esterno.

Ok, iniziamo da principio.

Il 19 settembre in mattinata quattro musicisti partivano alla volta di Tallinn...

Il viaggio in van è stato infinito, abbiamo guidato per circa 56 ore attraversando 7 stati europei. Già varie volte avevamo percorso distanze molto lunghe, ma stavolta la Polonia sembrava non finire mai.

Il 21 pomeriggio, verso le 17:00, siamo arrivati al Rock Café, in questa splendida città che si affaccia sul Mar Baltico.

(Tra l'altro eravamo a 300 km da Saint Petersburg!!! E io adoro Saint Petersburg!!!)

Dicevamo, Il Rock Café è bellissimo:

Percorriamo la strada che porta a questa vecchia fabbrica abbandonata e parcheggiamo nel cortile interno.

Incrociamo il tourbus gigante dei The Rasmus ed è inevitabile pensare: chissà se un giorno...

I responsabili di produzione ci accolgono con gentilezza e professionalità. Non deve essere facile organizzare in tutti i dettagli quasi 30 concerti più interviste, spostamenti della band e del team di lavoro, e molto altro, ma il General Tour Manager è bravissimo ed in grado di risolvere tempestivamente ogni minimo problema.

Ci assegna subito dei ragazzi che ci aiutano con carico e scarico della nostra ingombrante backline, poi senza neanche il tempo di un caffè facciamo il soundcheck... non senza qualche piccolo ma superabile imprevisto tecnico.

Il palco è spazioso e confortevole, proviamo un paio di brani e ci siamo!

(credits. ph Giacomo Pasquali)
 

Mentre la band di apertura sale sul palco per il proprio soundcheck, noi prendiamo possesso del nostro bellissimo backstage privato: ampio e spazioso, ci sono dei comodi divani, frutta fresca, birre, acqua, la toilette ed una bellissima doccia fredda come il Baltico... si dice che tonifichi!

In ogni caso, dopo 3 giorni di van, anche se gelida una lavata è dovuta.

(credits: ph Finch)
 

Siamo tutti e 4 molto stanchi e provati, purtroppo, ma c'è pochissimo tempo per cambiarci d'abito e prepararci al live: sono le 19:00, stanno aprendo le porte del Rock Café!

Dopo il live della prima band, siamo pronti, chitarre alla mano, per salire sul palco. I due piani di venue sono pieni da scoppiare, l'emozione e l'adrenalina cominciano a salire!

Parte il nostro intro, ci siamo! Già dai primi brani il pubblico è molto partecipe, fino ad arrivare al terzo brano: ballano, saltano e cantano con noi, mission accomplished!

Nel corso degli anni passati su palchi enormi e piccolissimi, ho imparato che l'entusiasmo ed il favore del pubblico non sono cose dovute. E' chi sta sul palco che deve essere bravo a saper coinvolgere e saper trascinare lo spettatore dentro il proprio mondo.

Ecco, ieri sera mi è proprio sembrato che la magia sia avvenuta in pieno!

(credits: ph Rasmus KoosKora)
 

Dopo il live ci siamo rilassati nel backstage e poi al banco merch, incontrando i nuovi fans. Gli Estoni sono decisamente persone carine, socievoli e un po' folli!

E' stata una bellissima serata!

Dopo il load out, siamo andati a mangiare qualcosa e poi al nostro appartamento nel centro città.

Questa mattina sono andata a correre per le vie di Tallinn ed ho incontrato una festa nella città vecchia, che comunque era piena di turisti. Davvero un gran bel posto!

Raffaele Pisani chiede: Com'è stato rompere il ghiaccio della tournée dopo un viaggio particolarmente lungo e impegnativo?

Faith risponde: Difficile, sicuramente. Eravamo tutti stanchissimi e doloranti per le tante ore di guida e le notti insonni. Saliti sul palco ci abbiamo messo qualche minuto prima di cominciare a stare davvero a mille! Poi la musica va da sé e ti trasporta nel giusto mood!

 

Ora siamo di nuovo in van, direzione Gdansk, e contiamo di cenare a Riga verso le 20:00. Faremo in tempo? :)

Faith - The Shiver

Seguiteci su https://www.facebook.com/theshiver.net/

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ric sez

ROCK IN CURA
Villa Comunale - Cura di Vetralla (VT)

Festival che vai, sorpresa che trovi. Il Rock in Cura è un happening di tre giorni alquanto eterogeneo che si svolge da diversi anni presso Cura di Vetralla in provincia di Viterbo. La scelta della location non poteva essere delle migliori, la villa comunale, ...

Oct 3 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web