You are here: /

DIO: Voglia di ristampe

Rjdsez

Ultima tornata di ristampe targate Dio. Un doveroso omaggio allo straordinario cantante, così influente ed importante per la scena hard & heavy mondiale. Rainbow e Black Sabbath, oltre alla sua personale band, il piccolo grande cantante di origini italiane è stato e rimarrà uno dei massimi interpreti di riferimento per le nostre amate sonorità. Quattro titoli, ‘Angry Machines’, ‘Magica’, ‘Kill The Dragon’ e ‘Master Of The Moon’, ristampati con audio remastered (il lavoro è stato seguito da Wyn Davis, collaboratore di lunga data al fianco di R. J. Dio, ingegnere del suono per Foreigner, Dokken, Starship, Heaven & Hell, Great White, John Norum), sia in versione CD doppio, con l’aggiunta di varie bonus, sia in formato vinile.

Angry Machines’ – Risente leggermente della svolta modernista del suo predecessore ‘Strange Highways’ (la line up è praticamente la medesima, con Jeff Pilson, Vinnie Appice, Tracy G. e l’arrivo di Scott Warren alle tastiere), se non altro per le melodie cupe e per l’uso di alcuni arrangiamenti. Per chi ha apprezzato i Black Sabbath pesanti e cadenzati di ‘Dehumanizer’ ritroverà le medesime sonorità, con brani sviluppati per mezzo di ritmi scanditi in modo ossessivo. Tracce come "Stay Out Of Mind", "Big Sister" e "Double Monday" svelano un lato molto più cupo e sofferto, e forse la scelta ricaduta sul chitarrista Tracy G. non si è rivelata azzeccatissima: tecnico, ma non sempre in grado di cogliere con il suo strumento il mood dei vari brani. Il dischetto bonus raccoglie 10 tracce live estratte dal ‘Angry Machines Tour del 1997’ ma ovviamente la parte da padrona la fanno i classici: "Don’t Talk To Strangers", "Long Live Rock And Roll", "Rainbow In The Dark" e "The Last In Line". A corollario anche due perle dal glorioso passato con Rainbow ("Man On The Silver Mountain" in versione più ridotta) ed alla corte del Sabba Nero ("Heaven And Hell"), interpretata in modo mostruoso dal piccolo cantante.

Magica’ – Nelle intenzioni avrebbe dovuto essere il primo capitolo di una saga sviluppata su tre album, ma a causa della prematura scomparsa di Ronald James Padavona, ‘Magica’ rimarrà l’unica testimonianza. Nonostante il cambio della formazione, da segnalare il rientro di Craig Goldy (già spalla di Dio ai tempi di ‘Dream Evil’), di Jimmy Bain (insieme ai tempi dei Rainbow e nei primi classici album con la band Dio) e Simon Wright, che per un breve periodo prestò le sue bacchette agli AC/DC, l’ottavo studio album non lascia un segno indelebile. Il contributo dei nuovi arrivati si limita alle mere performance individuali, in quanto la scrittura in troppi passaggi si arena su schemi ripetitivi e già affrontati nel recente passato. Il dischetto bonus contiene la riproposizione, quasi integrale, delle tracce di ‘Magica’, ma la vera chicca è l’unica traccia terminata ("Electra") che avrebbe dovuto fare bella figura su ‘Magica 2’: da segnalare anche un lungo speech in cui R. J. Dio racconta la genesi del concept album. Per chi dovesse acquistare la ristampa nella versione doppia in vinile, "Electra" è disponibile nella versione da 7”.

Kill The Dragon‘ – Il drago da combattere ed uccidere è un riferimento all’uso smodato della tecnologia. Così dichiarò Dio in un’intervista, ma di fatto l’immagine in copertina, oltre ai contenuti, riportano la band su lidi più cari ai fan, ovvero ad un ritorno al metal classico e più sostenuto in termini di velocità. Terreno fertile per le scorribande di Doug Aldritch (Lion, Bad Moon Rising, Whitesnake, The Dead Daisies), l’ascia perfetta (chiamato a sostituire Craig Goldy) per risollevare e smuovere il sound dei Dio che si era fin troppo stratificato. L’ispirazione di Aldrich giova a tutta la band ed alla realizzazione di ‘Kill The Dragon’, seppur lontano dai fasti di ‘Holy Diver’ e ‘The Last In Line’, è un album finalizzato e rappresentativo del ruolo e dello stilo dei Dio. La scrittura è omogenea tra stilettate (la title track e "Better In The Dark"), brani dall’impronta rocciosa ("Guilty", "Before The Fall" e "Push": quest’ultima pubblicata come singolo con relativo video con ospiti i Tenacious D). "Throw Away Chldren" fu scelta, in un primo momento come sequel del progetto ‘Hear ‘n Aid’, ma purtroppo, per varie ragioni, non se ne fece nulla. Il CD bonus contiene 6 trace live registrate nel periodo 2002/2003, su tutte svettano due versioni al fulmicotone di "I Speed At Night" e "Stand Up And Shout": due classiconi del metal mondiale!

Master Of The Moon’ – Come in una staffetta, Goldy rientra tra i ranghi sostituendo Aldritch, e non sarà un caso che a risentirne è proprio il songwriting. Tenuta salva una profonda solennità che avvolge ‘Master Of The Moon’ (la title track, "The Man Who Would Be King" ed "I Am"), il resto ha l’amaro sentore di déjà vu. Le tracce live bonus sono solo quattro, ma spicca una versione molto dilata di "Heaven And Hell", oltre al recupero di "Rock And Roll Children" pescata da ‘Sacred Heart’: ma il brano interessante è quella "Prisoner Of Paradise", che idealmente chiude il sipario sulla carriera incredibile di Ronnie James Dio. Ci piace pensare che in questo momento Ronnie sia veramente prigioniero del Paradiso e siamo sicuri che dall’alto dei cieli, avvolto da un lussuoso arcobaleno, saprà tenere compagnia, narrando agli angeli con la sua voce, storie di castelli draghi ed eroi senza macchia.

Tracklists:
Hungry Machines
Disc 1 & LP
01. Institutional Man
02. Don’t Tell The Kids
03. Black
04. Hunter Of The Heart
05. Stay Out Of My Mind
06. Big Sister
07. Double Monday
08. Golden Rules
09. Dying In America
10. This Is Your Life
Disc 2 – BONUS / LIVE on Angry Machines Tour 1997
01. Jesus Mary And The Holy Ghost – Straight Through The Heart
02. Don’t Talk To Strangers
03. Double Monday
04. Hunter Of The Heart
05. Holy Diver
06. Heaven And Hell
07. Long Live Rock and Roll
08. Man On The Silver Mountain
09. Rainbow In The Dark
10.The Last In Line
11. The Mob Rules
12. We Rock
 
Magica
Disc 1 & LP 1 Tracklist (LP 2 includes Magica Story + bonus 7”)
01. Discovery
02. Magica Theme
03. Lord Of The Last Day
04. Fever Dreams
05. Turn To Stone
06. Feed My Head
07. Eriel
08. Chalis
09. As Long As It’s Not About Love
10. Losing My Insanity
11. Otherworld
12. Magica (Reprise)
13. Lord Of the Last Day (Reprise)
Disc 2 – BONUS / Live on Magica Tour 2001
01. Discovery
02. Magica
03. Lord Of The Last Day
04. Fever Dreams
05. Eriel
06. Chalis
07. Losing My Insanity
08. Otherworld
09. Electra – Studio Track
10. Magica Story – Studio/Spoken Word 18:26
 
Kill The Dragon
Disc 1 & LP Tracklist
01. Killing The Dragon
02. Along Comes A Spider
03. Scream
04. Better In The Dark
05. Rock And Roll
06. Push
07. Guilty
08. Throw Away Children
09. Before The Fall
10. Cold Feet
Disc 2 – BONUS / LIVE on Killing The Dragon Tour 2002/2003
01. Holy Diver
02. Heaven And Hell
03. Rock And Roll
04. I Speed At Night
05. Killing The Dragon
06. Stand Up And Shout
 
Master Of The Moon
Disc 1 & LP Tracklist
01. One More For The Road
02. Master Of The Moon
03. The End Of The World
04. Shivers
05. The Man Who Would Be King
06. The Eyes
07. Living The Lie
08. I Am
09. Death By Love
10. In Dreams
Disc 2 – Bonus / Live on Master Of The Moon Tour 2004/2005
01. Heaven And Hell
02. Rainbow In The Dark
03.Rock And Roll Children
04. The Eyes
05. Prisoner Of Paradise – Studio Track
 

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web