You are here: /

OPETH: WATERSHED

data

16/06/2008
85


Genere: Prog/Death Metal
Etichetta: Roadrunner Records
Anno: 2008

Nuovo disco ed ennesimo gioiellino da rigirarsi tra le dita al fine di ammirarlo in tutte le sue sfumature di luce (una luce sempre opaca, mai radiosa, come da tradizione). Questo in sintesi 'Watershed', l’ultima release targata Opeth, che riprende quanto lasciato in sospeso con 'Ghost Reveries', dopo la parentesi live di 'The Roundhose Tape'. Da registrare innanzi tutto la fuoriuscita dalla band di Peter Lindgren, il cui posto alla chitarra è stato preso da Fredrik Åkesson, e del drummer Martin Lopez, sostituito da Martin Axenrot: una piccola rivoluzione se si pensa a tutti gli anni trascorsi dai due musicisti all’interno del combo svedese. Un cambiamento che in ogni caso, vista la consistenza del nuovo lavoro, sembra proprio essere stato assimilato nel migliore dei modi senza contraccolpi negativi. Poco o nulla invece viene a modificarsi dal punto di vista compositivo: gli Opeth continuano nella loro evoluzione, staccandosi sempre più dal death metal (una componente presente ancora, ma non più come in passato) e puntando maggiormente su suggestioni acustiche che spaziano dal prog rock al blues. Di pari passo lo stesso Åkerfeldt lascia al proprio possente growling un ruolo quasi marginale (ma quando c’è, come in "Hessian Peel" o " Heir Apparent ", si sente eccome), indirizzando i propri sforzi verso un’interpretazione più sofferta e delicata. Se apprezzate i più recenti sviluppi della band, allora questo nuovo lavoro non potrà non piacervi; se invece sognate un cambio di rotta che riporti Åkerfeldt e soci sui binari seguiti a metà anni novanta, potreste non vedere mai realizzate le vostre aspettative: gli Opeth sono capaci solo di guardare in avanti. Se poi i frutti di questo continuo progresso assumono le sembianze diafane ed ammalianti di "Burden" o "Hex Omega", per me va benissimo così. Non chiedo di meglio.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Festivalsez

DARK HORIZON OPEN AIR II
Museumpark Rudersdorf - Rudersdorf bei Berlin, Brandeburgo

A meno di due mesi dalla prima edizione gli organizzatori del Dark Horizon Open Air decidono di bissare l'evento. Inizialmente addirittura previsto per agosto, è stato poi posticipato per l'indisponibilità del luogo della prima edizione, in proc...

Oct 7 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web