You are here: /

HELLOWEEN: GAMBLING WITH THE DEVIL

data

22/11/2007
65


Genere: Power
Etichetta: Steamhammer / SPV
Anno: 2007

Gli zuccotti quest'anno hanno avuto una stagione strana. Sarà l'estate torrida, la primavera tardiva, la congiunzione del Toro che entra nella casa della Vergine a prendere il the con i Gemelli, fatto sta che Michael Weikath e soci hanno deciso di spiazzare i loro fan con un disco sconcertante. "Gambling With The Devil", un titolo che è tutto un programma: una vera scommessa, un gioco d'azzardo che ancora non sappiamo se pagherà o meno. Ricordando la strada intrapresa con gli ultimi full lenght, dalla commercialità melodica (un po' eccessiva, a voler ben vedere) di "Rabbit Don't Come Easy" alla nostalgica riscoperta e riattualizzazione dei clichè classici di "Keeper Of The Seven Keys - The Legacy", spiazza alquanto che il nuovo disco proponga un sound poco compatto, oscillante di brano in brano da sonorità alla "The Time Of The Oath" a "Pink Bubbles Go Ape", con incursioni in "The Dark Ride" ed inquietanti punte di Pop Rock. Il primo ascolto è effettivamente sconcertante ed anche un poco deludente, ci si poteva aspettare qualcosa di più visto l'ultimo lavoro della band: l'impressione è quasi che il lavoro di composizione sia stato demandato a Löble (qualcosa come "vai, gioca un po' che noi vediamo di seguirti"), con il risultato che si trovano ritmiche complesse con riff poco incisivi; d'altro canto, riascoltando l'album guadagna in melodia ciò che ha perso in ispirazione. Questo significa che abbiamo a che fare con il classico disco da ascoltare più volte, anche se stavolta non è necessariamente un pregio; troviamo passaggi ed idee che sanno di già sentito ("If I Could Fly" e "Push" sonon stati buoni pezzi, ma hanno già trovato collocazione su un album...) miscelati a trovate più interessanti, ma spesso al limite della sperimentazione astratta (e quindi poco spendibile all'atto pratico). Sul finale ci si appesantisce un po', ma è pur giusto rendere merito al trittico "The Bells Of The 7 Hells" - "Fallen To Pieces" - "I.M.E.": una bizzarra unione concettuale e tematica di tre pezzi dalle sonorità alquanto diversificate, forse il punto più interessante della "scommessa" degli Helloween.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Giaa

GOD IS AN ASTRONAUT
Circolo Magnolia, Segrate (MI) - Parco di Villa Ada, Roma - Milano - Roma

Ormai sembra diventata una piacevole abitudine ritrovarsi, a luglio piuttosto inoltrato, tutti insieme a Milano (e più precisamente al Circolo Magnolia) a celebrare le gesta di una tra le post-rock band più significative di tutti i tempi, gli irlandesi ...

Jul 16 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web