You are here: /

MAGIC CIRCLE FESTIVAL [dvd]: VOL. 1

data

05/05/2008
85


Genere: Epic Power
Etichetta: MCM/Universal
Anno: 2008

I Manowar sono una fucina che non conosce pause in quanto a releases di DVDs. Ecco quindi arrivare sul mercato un altro dischetto video (doppio ovviamente) che li vede all’opera, questa volta in qualità di headliners della prima edizione del Magic Circle festival, tenutosi la scorsa estate a Bad Arolsen in Germania, evento organizzato dalla label di proprietà di Joey DeMaio, la MCM. Questo nel primo disco, mentre nel secondo troviamo testimonianza dell’esibizione in terra di Bulgaria, a Kaliakra, dove sono letteralmente venerati, dei nostri eroi, con il supporto di Holyhell e Sixth Sense. A fare compagnia ai kings of metal per questo festival (e quindi per questo DVD), festival di pura promozione per la label, con biglietti venuti a 10 Euro e birra a buon mercato, troviamo una nutrita schiera di bands appartenenti al sottobosco power, ognuna omaggiata con un paio di pezzi a testa (tranne gli Holyhell, neo pupilli di mr. DeMaio, che tra il primo ed il secondo disco piazzano ben sei pezzi, e gli hard rockers Sixth sense con quattro). Partenza lanciata con i francesi Heavenly, che piazzano due hits colossali in apertura con la fantastica ”Liberty” e la buonissima “Virus” , per poi cadere nello sconforto per l’esibizione dei pessimi Imperia, davvero superflui. Un poco meglio i Saidian, ma è solo con i robusti Lion’s Share ed il loro suono rude che l’attenzione si risveglia, prima della bella esibizione dei Mob Rules, band che personalmente apprezzo molto, qui alle prese con ”Unholy War” ed “Ashes To Ashes”. Buonissimi sia i DSG che i Messiah’s Kiss, ed ottimi gli Stormwarrior, con Kai Hansen come ospite, prima dell’esibizione degli Holyhell, forse un poco troppo “pushati” essendo una band al debutto, ma davvero gradevoli. L’esibizione dei Manowar al solito è grandiosa, e nel finale non mancano gli elementi scenici dell’ultimo tour, quindi nave vichinga, fiamme, comparse e spade, per una “Gods Of War” da pelle d’oca ed “Hymn Of The Immortal Warrior”, prima del gran finale arricchito con grandiosi fuochi d’artificio per “The Crown And The Ring”. Il secondo disco narra le gesta dei Manowar in Bulgaria, con una scaletta completamente diversa da quella del set del festival (per un totale di venticinque pezzi tra il primo ed il secondo DVD, inclusa una strana versione metallica dell’inno bulgaro ”Mira Rodino”), e come bonus troviamo quattro songs per i Sixth Sense ed altri due per gli Holyhell, più un documentario sulla colossale organizzazione del festival ed interviste varie. La qualità delle immagini del primo DVD è incredibilmente buona, mentre cala un poco per il secondo, e l’audio è eccezionale (si sente odore di pesanti rimaneggiamenti in studio). Peccato per un paio di sets non proprio buonissimi, ma nei festivals si sa bisogna prendere tutto il pacchetto così com’è. Aspettiamo con ansia il secondo volume!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web