You are here: /

KING DIAMOND: THE PUPPET MASTER

data

23/05/2003
86


Genere: Heavy Metal
Etichetta: Metal Blade
Anno: 2003

The following story is mostly written from the nightmares of a sick child.
A sick child, who still can't find the Light.
Me.

No, dico: King Diamond ha mai sbagliato un disco? Ha mai fallito un appuntamento per incontrarvi e trasmettervi la sua fervida e maligna immaginazione? No, dico: stiamo parlando o meno di uno Stephen King del metal che invece di narrarli i propri incubi in musica? Nevvero? Ogni suo disco è una storia malata, che entra dalla parte della schizofrenia per uscire da quella dell'orrore; sale nell'attico ed apre la cassa che contieni i ricordi più oscuri e poi scende in cantina per assaporare la terra che nutre le sue creature. A volte morte, a volte vive, a volte risorte, a volte invisibili… Con "The Puppet Master" King ci conduce indietro nel tempo, a Budapest nel XVIII° secolo. E come sempre, proprio come se fosse una rappresentazione teatrale, l'opera presenta quelli che saranno i personaggi di una trama che gira tutta intorno ad uno spettacolo di burattini che si tiene in un teatro della città magiara, ed alle mostruosità che burattinaio e consorte commetteranno con l'evolversi della storia. King interpreta Unfortunate Man, l'uomo che indagherà sui misteri e gli orrori, e sulla scomparsa della sua donna, Victoria, mai più tornata a casa dopo avere assistito ad uno spettacolo in quel teatro. La narrazione è avvincente, fitta, zeppa di thrilling e colpi di scena. L'accompagnamento musicale è una colona sonora perfetta, orchestrata ed arrangiata con una cura dei particolari maniacale. Ed è musica che avvolge e travolge, ottenebra cuori e neuroni con decine e decine di riff ed assoli ed intrecci tra le due chitarre, cambi di tempo repentini e continui, e le mille voci ed intonazioni di King che ti fanno ancora cagare sotto anche dopo averlo ascoltato per oltre 15 anni. "The Puppet Master" è l'ennesima opera completa in tutto e per tutto, testi e musica ed interpretazione che gelano il sangue, che stuprano la nonna, sventrano la donna di servizio, accoltellano l'orsetto che portate a nanna nel vostro bel lettino, e sostituirà il vostro libro delle favole. E la cosa ancora "peggiore" è che, nonostante tutto, E M O Z I O N A!! "The Puppet Master" è un grandissimo disco di heavy metal che prende a calci in culo più della metà dei dischi usciti quest'anno, di ogni filone o sottogenere. I rimanenti li sodomizza, li affetta, e li conserva in freezer per il cenone di Natale. "The Puppet Master" è, probabilmente, il disco dell'anno.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

IN MOURNING
Monk Club - Roma

Quello appena trascorso è stato uno dei weekend tra i più impegnativi della stagione finora trascorsa: Venerdì 4 maggio i Godflesh, Sabato 5 Lili Refrain, e Domenica 6 ci siamo trovati a dover scegliere tra i concittadini Inferno, oppure il tri...

May 19 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web