You are here: /

IMMORTAL: DAMNED IN BLACK

data

22/04/2004
50


Genere: Thrash Metal
Etichetta: Osmose
Distro:
Anno: 2000

E' il consueto intro inquietante ad aprire il disco, e subito un triggeratissimo rullante ci fa capire come la musica sia molto cambiata in casa Immortal: suoni perfetti, precisissimi, una batteria talmente precisa e triggerata da sembrare quasi finta, e in generale una musica completamente diversa da quanto proposto finora. Se i suoni di chitarra sono come al solito glaciali e penetranti, lo stesso non si può dire della formula adottata dai nostri in questo lavoro: siamo infatti di fronte a un thrash/death compatto, moderno e molto melodico, giocato tutto su refrain semplici e su melodie chitarristiche ficcanti ma fin troppo accentuate. L'unico ricordo del passato sembra lo screaming di Abbath, feroce e perfetto come sempre, ma rispetto anche al precedente "At the Heart of Winter" gli Immortal sono irriconoscibili: l'epicità è del tutto persa, la malignità anche, è rimasta solo una buona attitudine spaccatutto e decisamente catchy, giocata su canzoni semplici e d'effetto che però alla lunga deludono, in quanto prive del mordente e del coinvolgimento spirituale dei precedenti lavori di Abbath & co. A momenti si rasenta addirittura il power metal "deathizzato" degli ultimi Children Of Bodom, ma quello che manca sul serio al disco è l'anima. Si ha l'impressione di trovarsi di fronte a riff pre-costruiti, formule ovvie e messe lì perché "ci stanno bene". Più in generale, le glaciali emozioni trademark degli Immortal sono svanite e hanno lasciato il posto a una musica scarna, essenziale e volutamente d'impatto, che senza dubbio non annoia ma non riesce nemmeno a coinvolgere. Ciò non toglie che nel disco le buone idee ci siano, e la ritmica di Abbath è sempre notevole e particolarissima. Non mancano ottimi momenti come "Triumph", che risulta l'unica canzone davvero convincente del lotto, o anche la particolare "In Our Mystic Visions Blest", dall'indiavolato riffing iniziale. Purtroppo la perizia e la classe degli Immortal non riescono a farci dimenticare che questo è sì un disco da sufficienza, ma certo ben al di sotto dell'eccellenza sempre perseguita e conquistata dai nostri. La musica è troppo semplice, troppo ovvia e troppo volutamente easy listening per una band che ha sempre e comunque voluto seguire strade personali in nome di uno stile unico e assolutamente inimitabile. 'Damned in Black' è il classico "passo falso", a cui, come per il precedente "Blizzard Beasts", i nostri non tarderanno a porre rimedio, e fortunatamente direi, perché di dischi come questo ne sono usciti davvero tanti, e per una band del calibro degli Immortal un 6 in pagella è molto, molto peggio di un'insufficienza.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Mar 30 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web