You are here: /

GRIM REAPER: ROCK YOU TO HELL

data

04/05/2003
90


Genere: Heavy Metal
Etichetta: RCA
Distro:
Anno: 1987

E' uno dei vinili della mia discoteca tra quelli messi molto male. Ascoltato milioni di volte tant'è che i solchi di entrambi i lati sprofondano quasi dall'altra parte. Ormai preso dall'ascolto della musica con supporto cd, il mio giradischi è sempre più fermo, sonnecchia da anni e lo risveglio solo in rare occasioni. L'altro giorno è successa una cosa strana, si è risvegliato da solo ed ancora rincoglionito dal sonno ha sbottato un "quand'è che rimetti su "Rock You To Hell"?? Oltre alla compassione, mi ha trasmesso una scatenata voglia di riascoltare quel disco. Cosi, armato di pazienza ho spostato le colonne di cd dal coperchio, ho sfilato il vinile e l'ho fatto girare. Ho appoggiato la puntina e…ROCK YOU TO HELL…!!! Catastrofe, ecatombe! Tutta la stanza in subbuglio, il divano che saltava, i diffusori che pogavano, la cagnetta che faceva headbanging e mostrava le corna con la zampetta, i listoni del parquet che battevano il tempo…A quanto pare mancava a molti questo disco, compreso al sottoscritto, e per un attimo ho pensato di ritrovarmi in un cartone della Disney con improbabili soundtrack e sceneggiatura metal. Invece questo terzo ed ultimo capitolo (gran disco l'esordio, delusione il secondo) dei Grim Reaper è quanto di più reale ci possa essere, e quanto di meglio ci sia (c'era) in quella seconda fascia di band della NWOBHM meno conosciute, ma non certo perché inferiori ad altre più blasonate, e rappresenta uno dei picchi più alti dell'intero movimento. Ancora oggi suona maledettamente moderno seppur conservi quel suono ovattato tipico degli '80. Riesce ad entusiasmare ed a mettere brividi con un Grimmet in forma strepitosa, così vicino a Ronnie J. Dio, ma più completo e tecnico, e Bowcott che riffeggia come uno spietato killer e lancia assoli, in antitesi, di una melodia indescrivibile, ammaliante, coinvolgente e senza essere un fulmine di guerra in fatto di tecnica. "When Heaven Comes Down" e "Rock Me 'Til I Die" potrebbero essere fulgidi esempi per lasciare avvicinare e far scoprire questo masterpiece a chi, magari, non conosce la band, e che incarnano alla perfezione la massima espressione del combo albionico. Volete un riferimento? No, non ce ne sono. I Grim Reaper si rifanno a loro stessi, unici come l'album in oggetto, e per scoprire tutta questa grazia vi tocca iniziare subito la ricerca e l'acquisto obbligato. Ora mi tocca riordinare la stanza. No, dai, in queste condizioni non riuscirei neanche a mettere la testa oltre la porta, non è il momento di uscire, bisogna sempre portare a termine quello che si inizia: che la devastazione continui..scratch..scratch….zziiippp…ROCK-ROCK ME 'TIL I DIE…ROCK ME 'TIL I DIEEEEEEEEEEE….!!!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ministry sez

MINISTRY
Villa Ada - Roma

Il concerto dei Ministry è stato uno degli appuntamenti più attesi dell’estate alternativa romana (se la memoria non ci inganna la prima volta nella capitale per gli americani), in concomitanza con l’uscita del nuovo disco che li ha visti to...

Sep 18 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web