You are here: /

NEROCAPRA: Vox Inferi

data

12/06/2012
70


Genere: Death Metal
Etichetta: F.O.A.D. Records
Distro:
Anno: 2012

Senza mezzi termini, per definire la proposta dei Nerocapra diciamo che se i Venom si fossero evoluti estremizzando il loro sound verso le derive death/black (nate da un loro stesso impulso, tra l'altro) avremmo avuto proprio questo 'Vox Inferi'. Fuorviante latinismo che potrebbe farci pensare a qualche aulico monumento marmoreo di malvagità. Invece qui abbiamo a che fare con le macerie del metal estremo, detriti scaraventati via dalle undici tracce che colpiscono alle parti basse con sporchi bombardamenti di vecchio stampo. Old school? No, siamo ancora troppo lontani dall'essenza della band piemontese, al primo album dopo tanta gavetta, ma già con le idee chiare. L'evoluzione è rifiutata a priori dai nostri, ma ciò non si traduce in immobilismo sonoro, anzi. Le canzoni sono riconoscibili: gioca un ruolo importante la lingua italiana, preferita all'inglese in molti pezzi, che connota positivamente l'operato dei Nerocapra. Il death lurido di "Heaven Smiles" richiama gli Immolation, o i Morbid Angel dell'era Tucker, "Frail Bones" invece è superiore a gran parte della discografia dei Six Feet Under. Con "Il Sole In Terra" ci si avvicina a certe scheggie dei Napalm Death. Grezzi, ma quando c'è da mostrare una costruzione razionale dei pezzi la band non si tira certo indietro, non abbiamo a che fare con certi "macellai" che a malapena tengono in mano gli strumenti. La foga con cui vengono percosse le pelli richiama assolutamente - ed è un piacere - il vecchio batterista dei Venom, i riff di chitarra vanno subito al sodo e non ci sono grosse lacune di personalità (a parte il riff scippato a "Disfigured" dei Cannibal Corpse). I Nerocapra non stupiscono di certo, ma soddisfano i palati abituati alle sonorità meno fini e più granulose. Corposi e convincenti nel loro minimalismo, che però lascia intravedere diversi margini di miglioramento.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

EDITORS
Atlantico - Roma

Fino a metà carriera gli Editors ci avevano abituato ad essere definiti i figli minori dei Joy Division grazie alle sonorità mutuate dalla band di Ian Curtis, dalle quali, già dal 2009 dopo l'uscita di "In This Light and on This Evening&...

Feb 19 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web