You are here: /

DISSIDIO: Thisorientamento

data

02/06/2015
85


Genere: Crossover
Etichetta: Overdub Recordings
Distro:
Anno: 2015

I Dissidio sono una band calabrese che ha superato il lustro di esistenza ed è già venuta alla ribalta delle cronache per aver vinto l'Arezzo Wave per la Calabria, per qualche passaggio su Blob di Rai 3 e per aver suonato con Frankie Hi Nrg, Rezophonic, Giorgio Canali e Cristina Scabbia (Lacuna Coil). Tutto ciò passa in second'ordine ascoltando le tracce del disco d'esordio sulla lunga distanza, nonostante i riferimenti che lo contraddistinguono siano molto evidenti: thrash moderno (il groove dei Machine Head in "Ha Ha Ha" e degli Stuck Mojo "Saturday Night Dead"), nu metal (la follia schizoide dei System Of A Down in "Vetrinaspecchio" e "Se Si Sa Si Sa, Sai?"), noise (One Dimensional Man in "Pezzo Di Sfiga"), l'alternative ed il cantato (o meglio lo spoken word tipico di Pierpaolo Capovilla utilizzato nel Teatro Degli Orrori), e qualche falsetto alla Caparezza,: il risultato finale è molto coinvolgente (non vogliamo usare la parola abusata 'originale') perchè le varie influenze non sono disgiunte ed a se stanti, ma la capacità dei calabresi risiede nell'intercambiarle talmente velocemente che non ci si accorge del passaggio dallo stoner al progressive - "Qualcosa di meglio da dire". Collaborazioni importanti lasciano l'indelebile trademark del loro passaggio, il misticismo di Lili Refrain in "Se Si Sa Si Sa, Sai?" e Mors dei Chaos Cospiracy in "La parole (fine a se)"; testi teatrali, sarcastici e mai banali, di un pungente che vi farà spaccare dalle risate grazie alla studiata stupidità delle liriche e contemporaneamente riflettere "Ciao, Ciao (pt. 2)" per la profondità delle situazioni che la vita ci riserva; probabilmente vi ritroverete anche in alcune delle storie che vengono narrate (come l'allegoria del diverso che viene additato dalla gente per i suoi comportamenti non massificati in "Uniforme-Mente", tipica situazione del sud italia in cui si affacciano echi dei Rage Against The Machine). La copertina, molto studiata, vanta diversi punti di osservazione; produzione e songwriting assolutamente mainstream per una band emergente, la 'r' moscia del singer è un valore aggiunto perchè ulteriore elemento dissacrante. Consigliati a chi vuole zompare, ridere, pensare ma anche a chi vuole sentire un grande bel disco, teatrale, brutale e geniale.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Giaa

GOD IS AN ASTRONAUT
Circolo Magnolia, Segrate (MI) - Parco di Villa Ada, Roma - Milano - Roma

Ormai sembra diventata una piacevole abitudine ritrovarsi, a luglio piuttosto inoltrato, tutti insieme a Milano (e più precisamente al Circolo Magnolia) a celebrare le gesta di una tra le post-rock band più significative di tutti i tempi, gli irlandesi ...

Jul 16 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web