You are here: /

BROCAS HELM: INTO BATTLE

data

31/03/2005
80


Genere: Epic Metal
Etichetta: First Strike
Anno: 1984

L’epic metal degli eighties, noto ai più per le clamorose dichiarazioni di guerra dei Manowar, o per le colonne sonore belliche degli Omen, o al limite per l’irruenza dei Witchkiller, non era però per tutti uno stile convenzionale e fedele alla linea. Non sono state poche le band a rompere gli schemi in quest’ambito… dal classicismo dei Virgin Steele alle stranianti melodie dei nostrani Dark Quarterer, per giungere ai deliri astro-mitologici dei Manilla Road, in molti hanno osato, e all’estremo confine tra movimento epic metal e pura follia musicale penso che si possano porre solo due tra le tantissime band: i Cirith Ungol, grazie a dio riscoperti da una parte dell’odierno pubblico, e per l’appunto i Brocas Helm. Un consorzio di incredibili musicisti tecnicamente superdotati e stracarichi di idee, autori di uno strano heavy metal parecchio debitore all’hard rock e alle atmosfere medievali esplorate già dai Rainbow, amanti dell’improvvisazione, delle cupe tematiche relative all’età oscura, e del rock’n’roll allo stato più brado. Questo disco d’esordio mette subito in mostra una band alle prese con una musica selvaggia e inarrestabile, impossibile da confinare in qualsiasi regola: ai Brocas Helm la forma canzone convenzionale va troppo stretta, Bobbie Wright e soci si rifiutano di perseguire la precisione e la compattezza esecutiva a discapito della genialità dei singoli, ovvero una delle tendenze fondamentali per la nascita dell’heavy metal a partire dall’hard rock. Eppure, paradossalmente, la musica dei nostri rimane un inossidabile (ma inusuale) heavy metal, accoppiato a una serie di infiniti deliri strumentali che magicamente si trasformano in poderose ed epiche canzoni. Difficile da spiegare a parole, e altrettanto difficile da digerire con le orecchie, “Into Battle” presenta notevoli esempi di questo funambolismo strumentale, con i suoi intrecci di basso e chitarra ci mette in contatto con un’età perduta e misteriosa. ”Night Siege”, “Dark Rider”, “Into The Ithilstone”… brani strapieni di citazioni quasi-medievali, eppur lontani anni luce dai flautini e dalle tastierine tanto di moda di questi tempi, rimangono colossali perle di devastante potenza metallica, in cui i rimandi ancestrali si fondono liquidamente con un rombante e robusto heavy metal: memorabile a tal proposito il bass-solo di “Dark Rider”, poi arricchito da riff di chitarra saxoniani e infine fuso in un’unica forma che meriterebbe il titolo di medieval-metal ben più di tante porcherie sentite di recente! Ovviamente non mancano classiche metal songs come l’immortale title track, la brutale “Ravenwreck” o la straepica “Warriors Of The Dark”, tutti brani in cui la sezione ritmica si giostra su tempi impossibili, mentre le chitarre fanno il bello e il cattivo tempo, facendoci chiudere un occhio su una prestazione vocale assolutamente imperfetta (ma senza dubbio partecipe e convinta), e rimpiangendo che la produzione di questi dischi non ne esalti appieno le virtù. Indubbiamente l’heavy metal dei Brocas Helm non fa dell’impatto la sua virtù principale, anzi, è talmente spiazzante che potrebbe far storcere il naso anche agli ascoltatori più preparati. I Brocas Helm hanno saputo guardare indietro ed avanti contemporaneamente, recuperando gli elementi d’improvvisazione perduti già nei primi eighties e creando canzoni profondamente epiche, cariche d’atmosfera e di emozioni come nel migliore heavy metal… speriamo che questo disco possa essere di lezione a qualcuno, perché questa strada è stata, ancor oggi, troppo poco battuta!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Evergrey2

EVERGREY
KB (Kulturbolaget) - Malmö (Svezia)

È pur vero che questa è l'ennesima visita degli Evergrey in città il 28 febbraio scorso (l'ultima risale a meno di un anno fa), ma non esistono scuse per perdersi una data di questo calibro. Si spera sempre che una band di qualità ...

Feb 28 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web