You are here: /

TESSERACT: Sonder

data

04/06/2018
80


Genere: Progressive, Djent
Etichetta: Kscope
Distro:
Anno: 2018

Premetto che essendo un grande fan dei Tesseract, volevo a tutti i costi dar loro un 100 sulla fiducia, ancor prima di ascoltare 'Sonder'. Poi ho capito che sarebbe stata una cazzata. Per una volta ho deciso, invece, di ascoltarlo con un certo distacco ed obiettività che di solito non riservo verso il gruppo. Strano album, questo. Strano davvero. In un certo senso una leggera delusione, alternata a momenti di trionfo. Tutti allo stesso tempo, di pari passo. Esilaranti e psicotiche "King" e "Smile"; il gruppo divaga, improvvisa e ci mostra il suo lato piu' heavy. Il basso slappato, la batteria in controtempo, le chitarre come bisturi che s'infilano negli spazi lasciati vuoti dalla sezione ritmica con precisione chirurgica, e la voce paradisiaca di Daniel Tompkins intenta ad urlare disperatamente, per poi rilassarsi in epiche melodie. Questa intensità è un'arma a doppio taglio per i Tesseract, perche' quando c'è, ne vuoi sempre di più, ti fa sentire bene e quando invece non la ritrovi nelle altre tracce te la fanno rimpiangere amaramente, costringendoti a ripiegare verso quelle canzoni più grintose e sentite dal gruppo. I brani più tenui ripiegano sulla falsariga di 'Polaris', e nonostante l'eccelsa produzione non decollano come le altre, perchè sono bloccate in un circolo vizioso di monotonia e riff senza direzione. Solo quei pochi secondi d'intensità che il gruppo inietta loro qua e là le salvano. Come ascoltare i Deftones con le pile scariche. Magari questa linearità intrappresa da 'Polaris' in poi è solo temporanea. Speriamo che si sveglino e ne escano fuori. Essere cerebrali ed intelligenti è cosa buona, ma quando tirano fuori le palle e gonfiano il petto non ce n'è per nessuno, almeno fino alla prossima uscita...

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Eoe

EAST OF ELI ft. CHYLER LEIGH
Traffic Live Club - Roma

Nel giugno 2017 avevamo avuto il piacere di assistere al primo concerto in Italia di East Of Eli (aka Nathan West) con la partecipazione di Chyler Leigh (Alex Denvers in Supergirl). Un anno dopo, il ritorno a Roma per EoeXtour

Jun 15 2018