You are here: /

SAINT VITUS: Die Healing

data

17/09/2013
75


Genere: Doom Metal
Etichetta: Season of Mist
Distro:
Anno: 1995-2013

Nella loro carriera i Saint Vitus hanno cambiato un batterista (ma giusto perché il grande Armando Acosta morì nel 2010) e i cantanti. Tra di loro c'è stata la parentesi Christian Linderson che ha contribuito non poco a rendere i dischi dei Saint Vitus quelli che sono oggi, ovvero dei gran capolavori del doom mondiale. Ma c'era qualcosa che non convinceva. Ecco perché poi la band è tornata subito a chiamare tra le proprie file il mitico Scott Reagers, già al microfono con i primi due album. Per non parlare della svolta con Wino, ma quella è storia attuale, e possiamo quantomeno per ora tralasciarla. 'Die Healing' è un altro di quei macigni che ti conquista subito, l'opera di ristampa è sempre ad opera della Season Of Mist, per l'ultimo album prima del loro recente ritorno. La formula è quella che conoscete bene (feedback a iosa, come nel finale di "Sloth"), a differenza del precedente, però, qui il doom è più presente anche se le sensazioni e le vibrazioni di un disco come il debutto, o 'Hallow's Victim', sono difficili da superare.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Aromysez

ARMORY
Plan B - Malmö

Con le restrizioni causa Covid-19 che si inaspriscono (niente alcool dopo le 22 e numero massimo di partecipanti ridotto all'indomani dell'evento da 50 a 8), questo in esame potrebbe essere stato l'ultimo appuntamento del genere per chissà quanto t...

Nov 26 2020