You are here: /

MURMUR: Murmur

data

01/02/2014
42


Genere: Experimental Black Metal
Etichetta: Season Of Mist
Distro:
Anno: 2014

Definiscono il proprio suono come experimental black metal gli statunitensi Murmur, giunti al secondo album in studio. Onestamente di black metal ne abbiamo trovato quasi nulla in questo calderone di idee male assortite e probabilmente oltre le loro possibilità. In realtà ci troviamo di fronte ad un post rock/metal che va dai Russian Circle fino a perdersi nei meandri più infangati e psichedelici dello sludge metal, con un pizzico di Voivod di tanto in tanto. Ma per capire meglio la situazione dobbiamo partire dal fatto che questo nuovo omonimo lavoro è una sorta di concept, dove si esplorano le visioni provocate dall’uso degli oppiacei, assenzio, acidi e compagnia allucinata, la cui difficile trasposizione in musica risulta più intricata che intrigante, e senza dubbio noiosa e ripetitiva. Quello che ad un primo ascolto sembrava un disastro, col tempo è riuscito a svelare qualche momento interessante, ma siamo molto lontani da un risultato che possa far decollare il tutto. Purtroppo il cambiare in continuazione i tempi o al contrario ripetere ritmiche e riff fino all’esaurimento, ci fa solo piombare in una noia ammorbante, e se da una parte salviamo un lavoro di batteria comunque dinamico, dall’altra bocciamo il guitar work mai brillante o almeno un minimo coinvolgente. In un album qualsiasi la strumentale "Recuerdos" sarebbe un semplice e discreto brano ricco di pathos, ma qui arriva come acqua nel deserto a farci riprendere in mano l’ascolto dopo i primi confusionari 20 minuti. Per non parlare dell’accoppiata "King In Yellow" - "When Blood Leaves", due brani ai limiti dell’indecenza. Non facciamo neanche in tempo a dire quanto sia buona invece la conclusiva "Larks’ Tongues In Aspic, pt2", per poi scoprire che è una cover dei King Crimson, guarda caso.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web