You are here: /

HUBRIS: Metempsychosis

data

13/04/2020
70


Genere: Post Rock
Etichetta: Art As Catharsis Records
Distro:
Anno: 2020

Le leggende e i racconti della mitologia dell’antica Grecia, e le loro ripercussioni sulla nostra esistenza e sul nostro modo di vivere. In estrema sintesi, è ciò che gli svizzeri Hubris. ci raccontano nel loro terzo album ‘Metempsychosis’, pubblicato per Art As Catharsis Records. La combo elvetica ha pensato di mettere in musica le storie di alcuni personaggi leggendari della mitologia greca, creando una sorta di concept che ci proietta verso un mondo ricco di cultura e storia, sempre in bilico tra realtà e, appunto, mito. Rispetto al precedente album ‘Apocryphal Gravity’, in cui ci si immergeva in un post-rock sostanzialmente algido e fluido, con la componente atmosferica posta in modo preponderante, ‘Metempsychosis’, oltre ad avere un’immagine più accesa e colorata a partire dalla bella copertina, ha una componente musicale leggermente più vivace e tesa all’azione, nonostante non manchino diversi momenti di riflessione e di stasi, in un percorso piuttosto vario ed equilibrato. Questo equilibrio tra modi di concepire il loro post-rock strumentale lo si nota bene nelle prime due tracce “Hepius” e “Dionysus”, in cui è ben in mostra questo andamento ondulatorio tra passaggi audaci e vivaci, e momenti di quiete. Soprattutto la traccia “Dionysus” risulta essere emblematica in tal senso. Un brano che esordisce con un incedere molto incalzante, tumultuoso e poderoso, degno della figura mitologica di Dioniso e della sua esistenza piuttosto frizzante e su di giri, per poi adagiarsi, ormai ebbro della sfuriata iniziale, a riflettere sul senso e l’opportunità di compiere una siffatta vita. Questo saliscendi si ripete, e potrebbe continuare all’infinito, provando a pensare ai comportamenti di questo personaggio emblema della vita 'alcolica'. Gli Hubris. poi giocano la carta dell’atmosfera pura nelle due tracce centrali, “Adonis” e “Icarus”; in particolare quest’ultima è enfatizzata da passaggi spoken-words in cui sembra che il protagonista del brano, Icaro, nell’intento di voler raggiungere il Sole con l’ausilio delle sue fragilissime ali, cerca di raccontare il proprio pensiero ed il proprio intento, senza però riuscirvi. Con le due tracce finali, “Dedalus” ed “Heracles”, si rialzano le frequenze in maniera ponderata, immedesimando l’una le sensazioni provate all’interno del mitico ‘dedalo’ al fine di conquistare la libertà, e l’altra sintetizzando nei dieci minuti finali le dodici fatiche di Ercole, la leggendaria figura guerriera divenuta l’unico e il solo umano degno di poter ricevere un posto nell’Olimpo.  ‘Metempsychosis’ conferma le buone qualità degli Hubris. nel comporre del sano post-rock, interessante da ascoltare ed assimilare, ponendosi quindi assieme alle varie e molte realtà del genere ad un livello medio-alto, alla ricerca ancora di quel salto di qualità definitivo  che sembra essere ancora di là da venire.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web