You are here: /

DARKWATER: CALLING THE EARTH TO WITNESS

data

12/11/2007
80


Genere: Dark Prog Metal
Etichetta: Ulterium Records
Anno: 2007

La Scandinavia partorisce un nuovo gioiellino. Si tratta degli svedesi Darkwater che nascono sotto le mentite spoglie degli Harmony di ‘Dreaming Awake’, pubblicato per Massacre Records nel 2003. Evidentemente desiderosi di cimentarsi in qualcosa di diverso dal Power/Progressive melodico gli Harmony si trasferiscono in blocco, eccezion fatta per il bassista Andreas Olsson sostituito con Karl Wassholm, sotto lo pseudonimo di Darkwater portando alla luce questo ‘Calling The Earth To Witness’, edito per la neonata Ulterium Records. Questa nuova proposta abbandona i lidi ovattati dei melodici Harmony per dirigersi verso un Progressive Metal di matrice tipicamente oscura, come insegnano i padri fondatori Evergrey, non disdegnando qualche accelerazione qua e là alla Symphony X. Una proposta che non brilla granché in quanto ad originalità, in particolare se paragonata alla band di Tom Englund, ma che riesce a distinguersi per la grande qualità delle sue composizioni e per l’evidente abilità dei suoi musicisti. Non farò infatti segreto della mia ammirazione per un singer come Henrik Båth, magistrale in quanto ad interpretazione ed estensione vocale, che in questa nuova avventura in determinati passaggi ricorda l’operato di un certo James LaBrie (Dream Theater) nonostante solitamente si soffermi su lidi più acuti. Difficile citare un brano che spicchi particolarmente rispetto agli altri: dalla poliedrica "Habit" alle due facce di "The Play", la prima più emozionante e di classe (con un Båth da applausi) alla seconda più aggressiva; dal bel refrain di "Again" alla schizofrenia di "Shattred", figlia dei connazionali Pain Of Salvation, la qualità si mantiene costante su alti livelli. Cosa aggiungere, ‘Calling The Earth To Witness’ là dove pecca per una scarsa personalità del sound colpisce per la sua complessità, per le sue irresistibili linee vocali e per la sua profondità che rende questo lavoro ad elevato contenuto emozionale. Dove gli Evergrey sono venuti a “mancare” con il loro ’Monday Morning Apocalypse’ ecco che arrivano i Darkwater a metterci una bella pezza. Un album da segnalare, in ogni caso, a tutti gli appassionati del genere.

_ PER I FANS DI Evergrey - Symphony X - Dream Theater - Pain Of Salvation

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Col

CULT OF LUNA + BRUTUS + A.A. WILLIAMS
Alcatraz - Milano

Sarebbe stato a dir poco entusiasmante poter assistere ad un live dei Cult of Luna assieme a Julie Christmas, i quali hanno costruito insieme quel gioiello che è stato l’album ‘Mariner’. Purtroppo, questa collaborazione si è tradotta i...

Dec 6 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web