You are here: /

CHILDREN OF BODOM: BLOODDRUNK

data

06/07/2008
80


Genere: Modern Melodic Death
Etichetta: Spinefarm/Universal
Anno: 2008

Prova del nove per Alexi Laiho e compagnia, attesi al varco da moltissime persone (e moltissimi nuovi fan acquisiti nel corso degli ultimi due anni) dopo il deludente ’Are You Dead Yet?, album scialbo e quasi del tutto privo di pezzi all’altezza. Il nuovo ‘Blooddrunk’ restituisce fortunatamente i Children Of Bodom al top della qualità, e si capisce fin subito dalla tiratissima opener ’Hellhounds On My Trail’. Aiutati anche da una produzione degna di questo nome, i cinque finlandesi tornano a pestare duro come ai bei tempi di ’Hate Crew Deathroll’ (discorsi come ‘dopo Hatebreeder/Follow The Reaper non valgono più nulla’ non li prendo nemmeno in considerazione visto il grado di idiozia in essi contenuta). Le influenze più recenti si sentono eccome (la title track risente ampiamente del tour coi Lamb Of God). Ma il blueprint che ha fatto grande la band è sempre lì, tant’è che l’album non è certo assimilabile al primo giro di ascolti, se si escludono un paio di pezzi. A dire la verità, non c’è un tassello fuori posto, dalla solita pseudoballad (’Banned From Heaven’) all’aggressione tout court o al lato più ‘progressivo’, ‘Blooddrunk’ è un disco riuscitissimo, e che rimette in carreggiata i CoB dopo una prova davvero deludente. Meglio così.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web