You are here: /

CANDLEMASS: NIGHTFALL

data

26/07/2007
86


Genere: epic doom
Etichetta: Active Records
Anno: 1987

Dopo il positivo e seminale album di debutto 'Epicus, Doomicus, Metallicus' del 1986 all'interno del gruppo avvennero due importantissimi cambi di line-up: fuori Johan Lanquist e Mats Ekstrom e dentro Jan Alfredo Marcolin (AKA Messiah Marcolin) alla voce e Jan Lindh alla batteria. Con questi due nuovi elementi (specialmente il primo) i Candlemass avrebbero registrato un trittico di album stupendi che assieme al debutto avrebbero costituito l'ossatura portante e quanto di meglio il gruppo avrebbe registrato. 'Nightfall' (1987) fu il primo in ordine cronologico e probabilmente il migliore fra questi. Composto da dieci canzoni (di cui tre strumentali) 'Nightfall' introduce al mondo la novità della possente ugola del singer Messiah Marcolin, dotatissima di espressività e dal forte timbro operistico, oltre a rimarcare l'epicità e maestosità della propria proposta musicale (non a caso definita epic doom) qui meno sulfurea e occulta che nel debutto ma più ancorata a tematiche bibliche. Musicalmente parlando l'album si muove bene o male sugli stessi binari del precedente, anche se una registrazione più pulita contribuisce a scalfire l'aura nera che si era creata attorno a 'Epicus...' mettendo bene in risalto le doti tecniche dei due chitarristi Mats Björkman e Lars Johansson. La parte lirica come già detto prende spunto essenzialmente dalla Bibbia ("Samarithan", "The Well Of Souls" e "Mourners Lament") con ottime rappresentazioni visive, non a caso proprio dal tour di supporto a questo album Messiah Marcolin adotterà l'usanza di indossare un saio francescano on stage. Interessanti sono anche due dei tre strumentali: "March Funebre" di Chopin (rifatta ovviamente alla Candlemass) e la finale "Black Candles" scritta da Mikael Wikström (meglio conosciuto come Mike Wead, che in futuro collaborerà con King Diamond, Mercyful Fate e un'infinità di altri gruppi svedesi), una delle migliori outro che mi sia mai capitato di ascoltare! Consigliatissimo ai veri amanti dell'heavy metal e in particolare a tutti coloro che hanno sbavato sopra 'Epicus, Doomicus, Metallicus'

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Apc

A PERFECT CIRCLE
Palalottomatica - Roma

Era fin dal loro incipit nella scena musicale mondiale che aspettavamo il momento propizio per vedere dal vivo questa tra le tante creature (Tool, Puscifer) di quella mente poliedrica, autore ed ugola di eccelse doti a nome di Maynard James Keenan; miglior regalo pe...

Jan 10 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web