You are here: /

AUSPEX: HELIOPAUSE

data

19/12/2010
63


Genere: Symphonic Metal
Etichetta: Manitou Music / Pervade Productions
Distro:
Anno: 2010

La seconda pubblicazione per i francesi Auspex è giunta sul nostro mercato nello scorso ottobre. Il gruppo ci presenta questo 'Heliopause' puntando sempre sulla voce dalla frontwoman Elodie Buchonnet, e sulle sonorità classiche del symphonic metal, questa volta tentando di aggiungerci qualche piccolo inserto prog qua e là per diversificare la loro proposta. Il risultato è un album di nove brani, quasi tutti di discreta lunghezza, che però restano intrappolati in un limbo di poca innovazione o peculiarità. Intendiamoci, gli Auspex non ci stanno proponendo un brutto album: i vari brani non sono male e alcuni, come ad esempio "Resolutio", sono di buon spessore, però nel complesso il disco non riesce ad emergere e prevalere in un genere dove la concorrenza è agguerrita e numerosa. Peccato perché le premesse ci sono tutte. La voce di Elodie è buona e le capacità tecniche del resto del gruppo non si possono mettere in discussione, ma questa volta forse è mancata quella scintilla che permettesse ad 'Heliopause' di essere un disco d'impatto. Arrivati infatti alla fine del cd sicuramente non si boccerà questo lavoro, ma molto probabilmente lo si accantonerà, e difficilmente lo si riprenderà in mano spesso in futuro. Una svolta poteva essere proprio la scelta di mettere qualche inserto prog nella loro proposta, ma in questo caso tali accenni sono un po' troppo fini a se stessi e molto rari. Magari in futuro l'idea di puntare più massivamente su questa strada potrebbe dare alla band un nuovo volto più originale e personale.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

EDITORS
Atlantico - Roma

Fino a metà carriera gli Editors ci avevano abituato ad essere definiti i figli minori dei Joy Division grazie alle sonorità mutuate dalla band di Ian Curtis, dalle quali, già dal 2009 dopo l'uscita di "In This Light and on This Evening&...

Feb 19 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web