You are here: /

ROTTING CHRIST: A DEAD POEM

data

28/01/2007
84


Genere: dark/gothic
Etichetta: Century Media
Anno: 1997

Passo in avanti (deciso) per i Rotting Christ dopo l'incerto 'Triarchy Of The Lost Lovers' dell'anno precedente ed ecco qua 'A Dead Poem'. Adesso facciamo noi un piccolo passo indietro. Avevamo lasciato il gruppo greco con un certo numero di dubbi in mente circa l'effettiva bontà della qualità della musica contenuta in quell'album molto di transizione, che purtroppo non riusciva, a mio avviso, a trovare una precisa identità con quanto fatto precedentemente e (a posteriori) nemmeno con quello che sarebbe poi stato fatto in avanti col tempo. Tutto sommato il sentiero intrapreso alla metà degli anni '90 verso il gothic metal europeo aveva dato buoni frutti qui e là, perché i Rotting Christ si dimostrarono molto abili a unire parti molto atmosferiche su un sustrato primitivo di metal estremo, figlio di quel tipo genuino di fare metal estremo insegnatoci da Celtic Frost e bathory ai tempi che furono. La risposta a tali dubbi e perplessità fu data dopo nemmeno un anno di distanza con 'A Dead Poem', il quale mostrò un gruppo perfettamente a proprio agio con un genere tutto sommato nuovo da scoprire e da apprezzare appieno. E' vero che moltissimi die hard fans della prima ora inorridirono al solo ascoltare tante melodie e atmosfere sulfuree (e la sparizione del vecchio logo in favore di uno più accessibile). Tempi medi rallentati, un dosaggio e utilizzo migliore delle parti melodiche all'interno delle canzoni, con l'utilizzo di parti acustiche e folk-ish e in generale un'atmosfera finalmente al top della professionalità e della pulizia sonora, allinearono i Rotting Christ agli altri grandi gruppi della Century Media di quel periodo, ossia Samael (il batterista e mastermind Xy ha registrato diverse parti di tastiera e prodotto l'album) e Moonspell (il cantante Fernando Ribeiro è ospite su "Among Two Storms"). Il risultato finale è un ottimo album di gothic metal europeo che suona perfettamente per l'anno in cui è stato composto, senza scadere nei cliché tipici del genere che già si andavano prefissando (ossia del tipo le voci alla "Bella e la Bestia"), che riprende quanto già iniziato nel precedente album e lo amplifica in misura e lo migliora in quanto a soluzioni adottate. Sicuramente IL miglior album melodico dei Rotting Christ.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

IN MOURNING
Monk Club - Roma

Quello appena trascorso è stato uno dei weekend tra i più impegnativi della stagione finora trascorsa: Venerdì 4 maggio i Godflesh, Sabato 5 Lili Refrain, e Domenica 6 ci siamo trovati a dover scegliere tra i concittadini Inferno, oppure il tri...

May 19 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web