You are here: /

RADIO SILENCE: WHOSE SKIN ARE YOU UNDER NOW

data

20/08/2009
79


Genere: AOR
Etichetta: Escape Music
Distro: Frontiers
Anno: 2009

Già dal proprio esordio nel 1997 il progetto Radio Silence, guidato dal bravo Alistair Gordon, aveva denotato una certa qualità per quanto concerne l'AOR di stampo maggiormente arioso e leggero, mettendo in risalto una innata predisposione per la melodia elegantemente incastonata in lavori dalle marcate potenzialità. 'Whose Skin Are You Under Now' continua nel migliore dei modi l'apprezzata tradizione del monicker d'oltremanica, mettendo ancora una volta in primo piano il gusto compositivo di un Gordon tutt'ora in splendida forma artistica, e questo anche per quanto concerne le parti vocali del disco. E grazie all'unione artistica con il preparato Martin Kronlund (Gypsy Rose), intervenuto sia in fase esecutiva per le parti di chitarra che in quella di produzione, l'uscita in questione ha potuto giovare di una collaborazione fresca e vincente, incanalata in composizioni in cui il classico approccio AOR di stampo britannico si fonde con brillantezza all'inconfondibile stile di nomi di culto della scena lite internazionale, come ad esempio quello di Mike & the Mechanix. I Radio Silence sono quindi tornati alla carica nel miglior modo possibile, sfornando un cd che possiede tutte le carte in regola per attirarsi le attenzioni degli aficionados della scena melodica adulta, complice una qualità generale del dischetto di tangibile consistenza. Una gioia per le orecchie, da assaporare con tranquillità in particolare nei momenti di soave rilassamento.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Shoresnull

SHORES OF NULL
Traffic - Roma

‌In tempi di covid ritrovarsi ad un concerto metal in un club pieno per i 4/5 della capienza è una straripante vittoria. Il merito è tutto delle due band romane che hanno condiviso il palco (chiedo venia agli Inno che non troveranno copertura in qu...

Dec 28 2021

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web