You are here: /

MORNE: Asylum

data

04/02/2012
92


Genere: Sludge Postmetal
Etichetta: Profound Lore
Distro:
Anno: 2011

Essendo impossibile avere il dono dell’obiquità e di conseguenza prestare orecchio a tutto ciò che ormai viene fuori giornalmente nel panorama mondiale delle uscite discografiche, ci costringe a rivedere la personale playlist dei migliori dischi del 2011. Infatti, le ultime due recensioni degli Zippo e Monte Meccano, più quella del grupo in oggetto entrano di diritto nei top 10; nella fattispecie i Morne sono il miglior album del 2011 (da parte di chi scrive). Doom, sludge, post metal, post rock, postcore (tutti i citati generi sono perfettamente intellegibili già nella opening track), qualche malinconico furtarello ai My Dying Bride (il dualismo piano e chitarra nella parte centrale di "Asylum" e l'intro di "I Will See You"), un cantante che sembra programmato in laboratorio per la perfezione dell'ugola (il significato di perfezione va considerato tenendo presente il genere di musica proposto). La presenza di ospiti d'eccezione quali Jarboe (per chi non la conoscesse ex cantante degli Swans) la cui presenza nella soffusa "Volition", traccia dall'intro post rock che chiude il disco, ne impreziosisce il contenuto con la delicatezza della sua voce, illuminando ulteriormente questo diamante che già brilla di luce propria. E' imbarazzante la bellezza delle parti postcore che non potevano essere altro che farina del sacco dei Neurosis di 'Through Silver In Blood', mentre quando appesantiscono il suono ricordano da vicino i paesaggi celtici della Scozia con chitarre usate a mò di cornamusa. Il trasporto generato dai riff di "My Return" è semplicemente epocale; sfidiamo qualunque ascoltatore nel tentativo di resistere a non fare del furente headbanging sulle note della parte centrale del brano, come a non essere ipnotizzato/cullato dalle glaciali tastiere del finale, o dai rallentamenti al limite del funeral doom. Per concludere, ogni parola è solo un ulteriore sproloquio. Da avere ad ogni costo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Appunti01

EDITORS
Atlantico - Roma

Fino a metà carriera gli Editors ci avevano abituato ad essere definiti i figli minori dei Joy Division grazie alle sonorità mutuate dalla band di Ian Curtis, dalle quali, già dal 2009 dopo l'uscita di "In This Light and on This Evening&...

Feb 19 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web