You are here: /

KATAKLYSM: IN THE ARMS OF DEVASTATION

data

24/02/2006
75


Genere: Death Thrash
Etichetta: Nuclear Blast
Anno: 2006

I Kataklysm, come ebbi modo di rimarcare nella recensione del precedente e valido “Serenity In Fire”, sono una di quelle (tante, troppe) band che riescono a crearsi un following più che discreto ma che per un motivo o per l’altro non riescono mai a fare il botto, rimanendo relegate nell’underground e suscitando scrollate di spalle ad ogni release. Già dal buono “Shadows And Dust” il vento aveva cominciato a girare a favore per i quattro canadesi, meritatamente visto che il songwriting di JF e soci è visibilmente migliorato in maniera esponenziale dagli inizi di carriera. Se il platter precedente soffriva di una certa banalità di fondo, questo nuovo “In The Arms Of Devastation” riesce a conciliare tutte le anime dei Kataklysm (thrash metal, classico death sound e tipiche melodie europee) in modo bilanciato, a supporto di brani maiuscoli che raramente vi faranno venire voglia di premere il tasto skip. Il sound forgiato dai nostri è monolitico e terremotante, ma che si tratti di riff o di pattern vocali il tutto vi entrerà in circolo con enorme facilità; ad una prima metà praticamente perfetta (da menzione la doppietta di apertura “Like Angels Weeping” / “Let Them Burn” e il duetto con Morgan delle Kittie in “It Turn To Rust”, forse il brano più riuscito del disco) si contrappone una seconda parte forse troppo smorta, priva di validi spunti se confrontata con il resto ma assolutamente degna, anche a fronte di pezzi incriticabili come “Temptation’s Nest” o la conclusiva “The Road To Devastation”. Una bella conferma, e senza dubbio il miglior lavoro mai partorito da Maurizio Iacono e compagnia. Via di questo passo, il prossimo giro ci troveremo davanti un capolavoro…

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web