You are here: /

INNER SHRINE: MEDICEO

data

30/07/2010
76


Genere: Gothic
Etichetta: My Funeral Records
Distro:
Anno: 2010

Tornano sulle scene dopo quasi sei anni di silenzio gli Inner Shrine, la band fiorentina formatasi nel 1995 su iniziativa del duo Luca Liotti e Leonardo Moretti. Li avevamo lasciati con 'Samaya', il capitolo conclusivo della "Trilogia Alchemica" in cui ogni album era un concept su uno dei tre colori dell’Alchimia – nero, bianco e rosso/oro -, dove già si poteva intuire un cambio di direzione nella loro musica, sempre più lontana da quel suono più "easy listening" a cui forse molti fan del gothic sono abituati. Con 'Mediceo' si cambia registro, sia per quanto riguarda le tematiche di cui si parla nei testi, sia per quanto riguarda le musiche presenti. Il quarto full lenght è dedicato a Firenze, alla sua storia e a quella della famiglia dei Medici, che per anni ha governato la città, un lungo viaggio indietro nel tempo che vuole farci rivivere l’atmosfera dell’epoca attraverso otto brani di buona fattura e molto particolari, scritti quasi tutti in lingua latina, a discapito dell’inglese. La scelta di questi temi ha ovviamente influenzato anche il sound del gruppo, che è passato da un misto di doom metal ed elementi classici e sinfonici dei primi album ad una dominio quasi assoluto dei secondi, assieme a quelli gothic presenti nei passaggi più decadenti ed oscuri. D’altronde non c’è modo migliore di dare voce alla dimensione medioevale ed epica che contraddistingue l’intera produzione, a cominciare dall’opener "Fatum Johanni", passando per le riuscite "Confutatis" e "Cum Gloria", che si può ben comprendere il fatto di aver dato meno importanza ai riff di chitarra e alla batteria martellante. A completare l’opera ci pensa la voce intensa della talentuosa soprano Cecilia Boninsegni, che in questo lavoro ha un ruolo assolutamente di primo piano. In conclusione, un album piacevole e diverso dai soliti, il quale nonostante perda qualche punticino con le ultime tracce esplora il lato più sinfonico del gothic come pochi finora hanno fatto, per cui è caldamente consigliato l’ascolto, anche più di uno se volete buttarvi a capofitto!

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web