You are here: /

HYDROGYN: Private Sessions

data

15/04/2012
40


Genere: Modern Metal
Etichetta: Music Buy Mail
Distro:
Anno: 2012

E' impossibile cercare di essere obiettivi con questa band, hanno una cantante che è qualcosa di fantastico come bellezza e fanno di tutto per esaltarla ancor di più dai poster promozionali, cover dei dischi e quant'altro. La bellona tra l'altro non è nemmeno malaccio come voce rispetto alla proposta, una sorta di Evanescence goes to Alanis Morisette, anche se la realtà conferma una pochezza musicale imbarazzante frammista ad una produzione senza medi e fatta solo di bassi non aiutano di certo la compagine statunitense. Quindi una manciata di mid tempo pesanti con alcuni incisi discreti, ma nulla più. Al terzo disco purtroppo non decollano, perso il maestro Michael Wagener, fautore del debutto (oramai ridotto a produrre chiunque basta che paghi), il declino della band segue pari passo uguale e contrario alla bellezza della nostra modellona da copertina di Vogue. Un disco veramente con poco senso, brutta produzione e pezzi inutili, se non fosse per Julie sarebbero da Oscar per il prodotto più urfido dell'anno.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web