You are here: /

EPHEL DUATH: On Death And Cosmos

data

19/05/2012
82


Genere: Progressive
Etichetta: Agonia Records
Distro:
Anno: 2012

Reinventarsi scontrandosi mortalmente con ciò che è convenzionale, osare, stupire e cambiare pelle di continuo senza mai stancarsi. Questa l'essenza in poche parole del genio di Davide Tiso. Perchè d'altra cosa non possiamo parlare se non di genialità, di un ragazzo che debuttando su Code666 anni fa spalancò le porte del black d'avanguardia, liberandosene dopo qualche anno prima con 'The Painter's Palette', ed in seguito con 'Pain Necessary To Know'. Ogni capitolo degli Ephel Duath ci accoglie in un mondo a sé, riserva sorprese e modi di concepire la musica tutta in modo differente. Davide dal canto suo non tardò a sottolineare questo concetto, affidando uno dei suo dischi ad Eraldo Bernocchi per un completo remix. Nel 2007 fu la volta di 'Through My Dog's Eyes', il famoso "disco senza basso", ma anche l'ultimo con Lorusso alla voce, e il primo con Marco Minnemann alla batteria. Proprio con quest'ultimo Davide riparte avvalendosi addirittura di Steve DiGiorgio, e affidando il microfono alla sua consorte Karyn. I tre brani non ricordano niente del passato, ma destrutturano in modo maniacale il metal estremo col progressive, creando strati su strati di melodie molte volte dissonanti tra esse. "Raqia" è un esempio lampante di quanto detto, dolce all'inizio e pungente sul finale. La sensazione è quella di trovarsi dinanzi un lavoro senza dubbio originale, dove tre tracce dicono tutto senza accusare i colpi di una mancanza di qualcosa all'interno del loro scheletro. Un unico muro di suono dove nessuno invade l'altro, rimanendo sospesi come gli ultimi secondi di "Stardust Rain" insegnano.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ben frost 630x400

BEN FROST
Auditorium Parco della Musica - Roma

Compositore di musica elettronica australiano trasferitosi in Islanda, è una delle nuove leve che ha già alle spalle diverse produzioni per serie Tv, film e cortometraggi; le sue creazioni sono caratterizzate da una ritmica sganciata dall’evoluzio...

Dec 14 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web