You are here: /

DOMAIN: THE CHRONICLES OF LOVE, HATE & SORROW

data

09/04/2009
68


Genere: Symphonyc Power Metal
Etichetta: Limb Music
Distro:
Anno: 2009

Gli indomabili tedeschi Domain sfornano l'ennesimo album della loro carriera dall'altisonante titolo 'The Chronicles Of Love, Hate & Sorrow'. Un concept album le cui liriche, scritte dal nuovo cantante Nicolaj Ruhnow, riassumono in queste dieci tracce il romanzo 'I dolori del giovane Werther' di Wolfang Goethe. Una nuova metal opera, se così possiamo chiamarla, di Power Metal melodico e sinfonico che segna un sempre più marcato distacco dall'Hard Rock che la band proponeva alla fine degli anni ottanta. Dell'epoca sono rimaste le tastiere, che qua e là fanno capolino donando alle potenti schitarrate di Ritt quel flavour in più che di certo non può far male. L'attacco non è dei più confortanti. Come premiamo il tasto play veniamo immediatamente sorpresi, e sottolineo immediatamente, da un furibondo assolo di chitarra che lascia presagire al solito polpettone Power tutto in doppia cassa, assoli ipertecnici e cliché di ogni tipo. Beh, effettivamente è così. Però i Domain giocano il loro asso migliore grazie alla voce di Nicolaj Ruhnow che, grazie ad un timbro caldo e ad una buona estensione, è abile nel confezionare ritornelli melodici ed accattivanti. Il vero problema purtroppo sta nel fatto che oltre a questa manciata di ritornelli di questo disco non rimane granchè. Le tracce scorrono inesorabili tra cavalcate, accenni prog e qualche buona trovata che di tanto in tanto risveglia la nostra attenzione ma, alla fine del tutto, il ricordo va in rapida dissolvenza. A poco servono i piacevoli richiami di "Sweeping Scars" e "The Circle Of Give And Take" di fronte ad un prodotto ben confezionato e prodotto, per carità, ma i cui contenuti risultano super-abusati di questi tempi. Una buona prova per i Domain, ma dopo tutti questi anni di carriera bisogna dimostrare di avere una marcia in più.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Ministry sez

MINISTRY
Villa Ada - Roma

Il concerto dei Ministry è stato uno degli appuntamenti più attesi dell’estate alternativa romana (se la memoria non ci inganna la prima volta nella capitale per gli americani), in concomitanza con l’uscita del nuovo disco che li ha visti to...

Sep 18 2018

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web