You are here: /

DEICIDE: ONCE UPON THE CROSS

data

18/02/2007
93


Genere: Death Metal
Etichetta: Roadrunner
Anno: 1995

I deathsters più chiacchierati dell'intero panorama musicale, a tre anni dal leggendario 'Legion', tornano alla ribalta con 'Once Upon The Cross', aggiungendo, in questo modo, un ulteriore e feroce capitolo alla loro personale 'guerra al cristianesimo'. E fin dall'inizio si comprende leintenzioni di Benton e soci: la title track è introdotta da un urlo disperato di cui non è difficile capire la paternità ("Father!!! Why have you forsaken me??!!!") seguito immediatamente dal devastante blast beat di Asheim e dallo spaventoso growl di Benton che sembra voglia rispondere a Chi ha urlato in precedenza ("Fear him... fear him... fear him... SATAN!!!"). Tutto ciò prelude appieno cosa è riservato all'ascoltatore in 'Once Upon The Cross': feroci e semplici deliri anti-cristiani privi di qualsiasi valore intellettuale o esoterico per quanto riguarda il concept (e il censuratissimo artwork della copertina ne è emblema). Musicalmente, ci troviamo di fronte ad un lavoro compatto (ma non monotono) e di grande qualità, con la feroce doppia voce di Benton capace di dare brividi anche all'ascoltatore più smaliziato e meno impressionabile, con i riff cupi e allo stesso tempo affilati dei fratelli Hoffman, autori anche di un buon lavoro solistico, che riesce ad essere evocativo e sintomatico per quanto essenziale e, infine, il preciso e furioso drumming di Asheim, feroce e tecnicissimo, e il labirinto di contro-tempi di 'Trick Or Betrayed' e 'Confessional Rape' ne sono ottimo esempio. Fondamentali in 'Once' i mid-tempos, che trovano un facile accostamento a tremende sfuriate death, veri e propri assalti sonori all'ascoltatore. Col senno di poi, però, per un fan dei Deicide ascoltare questo ottimo album lascia l'amaro in bocca, poichè si tratta dell'ultimo disco decente dei deathster di Tampa (Florida), almeno fino al loro ritorno con 'Scars of the Crucifix' del 2004, che rappresenta un pò la ripresa del discorso qui interrotto.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Dsf

THE DARK STORM FESTIVAL
Stadthalle - Chemnitz

Il Dark Storm Festival è giunto alla 25esima edizione. Partito come una manifestazione itinerante (prima edizione del 1997 divisa fra un giorno a Berlino e uno a Chemnitz) che ha avuto il suo picco nell'anno 2000 con ben sei giornate in sei localit&agrav...

Jan 13 2024

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web