You are here: /

CATUVOLCUS: GERGOVIA

data

11/09/2012
85


Genere: Folk Black Metal
Etichetta: Deathbound Records
Distro:
Anno: 2012

Apri la busta dei promozionali, prendi in mano questo disco e ti chiedi: questo chi mai potrebbero essere visto che non si riesce neppure a leggere il nome della band? Di solito è il primo pensiero quando arrivano in redazione promo di una qualsiasi band black con qualche strana contaminazione. Poi vai a leggere il foglio informativo e scopri che la band si chiama Catuvolcus che, per esplicito, crediamo sia se non il nome che suona peggio nella storia del metal, quanto meno tra i primi cinque, e scopri che la band suona gaul black metal, black metal gallico; all'instante ti viene da dire "su gente, cerchiamo di essere seri, e rimettiamo su il Pulcino Pio". Invece stavolta ci siamo sbagliati e di grosso anche! 'Gergovia', secondo concept album per i canadesi Catuvolcus (lo strano monicker deriva dal nome del principe gallico Catuvolco, condottiero degli Eburoni), dopo il debut 'Vae Victis' e l'EP 'Terres De Sang', è dinamite pura! Black metal sinfonico di ampio respiro, abbastanza vario, dotato di una forte dose di epicità, melodie ariose, lievi accenni folk (molti meno però di quanto ce ne saremmo aspettati), ma anche di una buona dose di ferocia e di potenza. Volendo fare paragoni, i Catuvolcus suonano come un cocktail tra Naglfar, Absu, certi Novembre e gli Stormlord meno power metal, con qualche richiamo anche a certi My Dying Bride della prima ora. Strumentalmente sfioriamo la perfezione, ed anche il non avere un vero batterista, ma una drum machine non penalizza troppo l'ascolto, e la produzione è più che degna. Sette canzoni, più intro ed outro, composte e strutturate magistralmente in un incedere sempre avvincente che non annoiano mai.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web