You are here: /

BAL-SAGOTH: THE CHTHONIC CHRONICLES

data

27/03/2006
72


Genere: Black Melodico
Etichetta: Nuclear Blast
Anno: 2006

Si conclude a distanza di ben cinque anni dall’ultimo “Atlantis Ascendant” l’esalogia dei Bal-Sagoth iniziata nel lontano 1995 con il debutto “A Black Moon Broods Over Lemuria”; devo dire di aver sempre apprezzato la band inglese solamente per metà, la metà musicale per l’esattezza: depurata dalle tastierine dei puffi e da certe ampollosità, la proposta del quintetto si è sempre rivelata più che buona, variegata al punto giusto e capace di entusiasmare sia i più avvezzi alla melodia che coloro in cerca di sonorità più estreme. L’altra metà a cui mi riferisco è ovviamente il contorno trash che ha sempre accompagnato Byron e compagni, con le loro spade di plastica e i titoli chilometrici spesso involontariamente comici. Ma visto che è la musica ciò che conta, è bene dire che “The Chthonic Chronicles” rappresenta un valido ritorno per tutti quelli che sentivano la mancanza del ‘war metal’ della band. Non si sono schiodati di un millimetro, i Bal-Sagoth, dal loro black metal ricco di melodie, di parti narrate e di suggestivi stacchi strumentali che hanno sempre caratterizzato i loro precedenti platter; brani lunghi ed articolati, impreziositi da un riffing di ottimo livello, costituiscono questo ultimo capitolo della saga: spiccano su tutte “Invocations Beyond The Outer-World Night”, “The Obsidian Crown Unbound” e “The Hammer Of The Emperor” mentre si rivelano davvero troppo prolissi e inconcludenti gli interludi strumentali, su tutti “To Storm The Cyclopean Gates Of Byzantium”. Un disco che appaggherà la totalità dei fan della band, che forse gliene farà guadagnare di nuovi e che sicuramente non farà cambiare idea ai detrattori. Il (buon) ritorno che ci si aspettava, insomma.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web