You are here: /

Bad City: Welcome to the Wasteland

data

06/09/2010
80


Genere: Hard Rock
Etichetta: Universal
Distro: Universal
Anno: 2010

Grandissimo debutto per questo quintetto proveniente da Chicago prodotto da Johnny K (celebre per lavori con 3 Doors Down, Sevedust etc.). Nascono da una costola dei Powerspace, autori dell'ottimo 'The Kicks Of Passion' del 2007. Il battersita Kevin Kane ed il chitarrista Tom Schleiter hanno dato poi forma a questi Bad City, e sono stati portati alla mia attenzione per due fattori: erano in tour negli States con gli Hinder, Slash e Smashing Pumpkins, e per un curioso pezzo incluso in questo 'Welcome To The Wasteland' chiamato "Call Paul Stanley". Ci troviamo di fronte ad un travolgente hard rock di classe, reminiscenze anni '80 frammiste a (poche) sonorità moderne, assoli ben strutturati e una varietà di idee su ogni singolo pezzo, fattori che sono sempre più rari al giorno d'oggi. Si parte con "Showdown In Central Park", un mid tempo con un gran refrain dove si ascolta subito la piacevole voce graffiante, ma allo stesso momento dolce del singer Josh Caddy. Si attinge a piene mani dagli anni '80 con "Take Me For A Ride", doppie chitarre e ritornello accattivante. "Wildlife" è il primo singolo, un misto tra Love/Hate della prima ora farciti di Tesla e Motley Crue. Ci si avvicina ai giorni nostri con la ballata "Fire In The Pouring Rain", in pieno stile hard rock targato Usa del 2010 (vedi Hinder, Black Stone Cherry etc.). Si arriva alla fatidica "Call Paul Stanley" che a livello di liriche si dimostra solo un gioco, il pezzo in sè però è splendido, bellissima la struttura successiva alla strofa, unica nel suo genere. Spicca poi "Touch", pezzo ruffiano, ma che riesce a mantenere sempre altissimo il livello. Il resto del platter prosegue su questi binari mantenendo salda una marcata originalità ad ogni pezzo che fa sì che non ci si stanchi con il solito "sa di già sentito". A mio avviso ci sono ancora pochi appassionati in Italia alla scena hard rock attuale americana, che negli ultimi anni ha sfornato delle signore bands le quali hanno pubblicato dischi da fare invidia a star ben più attempate che più non riescono a produrre dischi che a stento raggiungono la sufficenza (Crue, Bon Jovi, Ratt, Def leppard, etc.), oltre a raggiungere lodevoli risultati sia nelle vendite, sia nella partecipazione ai concerti. I Bad City entrano prepotentemente a far parte di questa schiera.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Flyer

GOBLIN REBIRTH
Killjoy - Roma

Assistere ad un concerto il 23 luglio scorso durante il post covid è stato veramente un evento raro per gli amanti della musica. A ciò aggiungasi: locale all'aperto (Killjoy) con tanto di brezzolina rinfrescante, possibilità di cenare grazie ...

Aug 12 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web