You are here: /

AGORAPHOBIC NOSEBLEED: Arc

data

11/01/2016
91


Genere: Sludge Metal
Etichetta: Relapse Records
Distro:
Anno: 2016

Avevamo dato gli Agoraphobic Nosebleed per dispersi dopo tutti questi anni di silenzio, poi l'annuncio del concerto al Maryland Deathfest e in seguito sono subito trapelate notizie riguardo un nuovo album, o almeno questo è quello che ci hanno voluto fare credere fosse. A dicembre ci hanno deliziato con la prima delle tre tracce, “Not A daughter”, che compongono 'Arc', il primo d'una serie di quattro EP, scritti e diretti secondo lo stile d'ognuno dei quattro personaggi che compongono la formazione. Già al primo ascolto difatti questo 'Arc' tutto appare fuorché un disco dei maestri del grindcore. Qualcuno già starà urlando dietro alla sua tastiera ma io volevo un nuovo album grind di cinque minuti da spararmi nello stereo, non una mezz'ora scarsa di sludge metal. Sludge metal? Esatto. 'Arc' non è altro che ben ventisette minuti suddivisi in tre fangose tracce di purissimo sludge metal, sulla falsa riga di divinità assolute come Eye Hate God e il loro ritmo blues. Personalmente parlando, appena iniziate a vociferare le prime voci di corridoio avevo paura d'un album completo, perché gli Agoraphobic Nosebleed sono più capaci in brevi schegge di follia che in ingenti quantità di minuti, quali solitamente scarseggiano di personalità. E come se qualcuno li costringesse ai lavori forzati; come se gli esattori delle tasse fossero arrivati a pignorargli lo studio di registrazione, costringendoli a scrivere in fretta e furia materiale da proporre alla casa di produzione, neanche si fossero trasformati in un gruppo pop che tanto non gli frega cosa sforna, tanto alla fine il pubblico paga beatamente anche se sforni un singolo di merda. Saranno gusti, ma niente batte i loro EP. Alla scoperta dell'intenzione di suddividere un idea unica in ben quattro forme distinte, ognuna dotata d'una sua breve personalità, i miei timori si sono diradati. A oggi, da quando l'ho ricevuto, il promo non è più uscito dal mio lettore. Erano mesi che non ascoltavo nuove uscite di tale densità e anche se solo, come detto, una breve manciata di minuti, la loro potenzialità è infinita, capaci di risuonare più volte nel corso anche d'una sola giornata senza mai annoiare. Avessero superato la mezz'ora probabilmente gli avrei dato molta meno attenzione. Pezzi lunghi ma centellinati, una forma vincente cui molti si dovrebbero ispirare. I re del grindcore si confermano campioni indiscussi anche dei riff più lenti. In attesa del prossimo EP, lasciarsi sfuggire ora 'Arc' sarebbe come commettere un suicidio.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Htcf

HEAR THE CHANGE FESTIVAL
HT Factory - Seregno (MB)

Provare a creare eventi musicali di un certo interesse è sempre dispendioso, in termini economici ed organizzativi. Questo dispendio di energie viene ulteriormente moltiplicato quando si cerca di coinvolgere band che propongono in primis musica inedita; in sec...

Oct 22 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web