You are here: /

SOULS OF DIOTIMA: il lyric video del nuovo singolo "Janas"

La band female fronted metal italiana SOULS OF DIOTIMA pubblicherà il suo quarto album in studio intitolato “Janas” il 29 gennaio 2021 su Diotima Records/Rockshots Records. Oggi il quartetto svela il lyric video del secondo singolo ‘Janas’.
 
GUARDA IL LYRIC VIDEO QUI: https://youtu.be/urtEt--8SUs
ASCOLTA IN STREAMING/ACQUISTA IL SINGOLO QUI: http://spoti.fi/2XidviD
 
A proposito della canzone il fondatore, autore dei testi e batterista Giorgio Pinna spiega: “Insieme a ‘The Black Mask’ rappresenta al meglio l’essenza dell’intero album. Il brano racconta delle Janas, creature fantastiche tipiche dell’entroterra della nostra isola, delle fate, rappresentate al meglio nella copertina dell’album, che vivevano all’interno di piccole caverne scavate nella roccia, ed uscivano durante le notti di luna piena. Vengono appunto descritte come piccole fate alate, dall’aspetto delicato e molto belle. Vengono anche citate da Grazia Deledda, scrittrice sarda, premio Nobel per la letteratura, come ‘piccole creature per lo più malefiche’, perché al di là del loro aspetto, ingannevole, loro non erano per nulla angeliche anzi. Erano delle incantatrici che ammaliavano con la loro bellezza, ma che avevano il potere di decidere il destino degli esseri umani, spesso in modo infausto. Secondo molti racconti, le Janas rapivano gli esseri umani, soprattutto di sesso maschile, per succhiare il loro sangue dopo averli derubati; possedevano infatti un tesoro che tenevano nascosto all’interno delle loro grotte”.
 
“Janas” è stato registrato, mixato e masterizzato da Oscar Nilsson ai Crehate Studios di Mölndal (Svezia).
 
L’album “Janas” è un concept, il secondo capitolo del percorso iniziato con il precedente album “The Sorceress Reveals - Atlantis”. “Janas” racconta di quelle storie e leggende della terra dei SOULS OF DIOTIMA, la Sardegna. La loro isola è ricca di racconti e personaggi mitologici meravigliosi, di storie esoteriche, spesso anche macabre, ma anche di un reale percorso storico e culturale davvero affascinante.
 
Abbiamo un certo interesse generale per la storia e la cultura dei popoli del mare, del Mediterraneo, e noi siamo uno di quelli. Gran parte della storia dell’occidente fonda le sue radici sui racconti dei popoli del mare, abili conquistatori che attraversavano i mari per conquistare nuove terre o difendere la propria. Ma non solo. All’interno della Sardegna ci sono luoghi che spesso rimangono magari sconosciuti, rispetto a luoghi più esposti e turistici, che sono ricchissimi di storie più o meno vere, che spesso noi sentivamo raccontare durante la nostra infanzia, e che probabilmente sono state il fondo della nostra personalità e del nostro modo di vedere il mondo. Quindi in generale ‘Janas’ parla di questo, di noi, della terra che calpestiamo da quando siamo nati”, racconta Pinna.
 
I pre-ordini di "Janas" sono disponibili qui https://bit.ly/JanasCD.
 
Il disco può essere salvato in anteprima su tutte le piattaforme digitali: https://backl.ink/143387047
 
La tracklist di "Janas" è la seguente:
1. The Black Mask
2. Sleep Demon
3. The Princess Of Navarra
4. Janas
5. The Dark Lady
6. Ichnos Superhero
7. My Roots
8. Maty
9. Mediterranean Lane
10. Sherden
 
Di recente la band ha svelato il primo singolo ‘The Black Mask’.
 
GUARDA IL LYRIC VIDEO QUI: https://youtu.be/SrwqSc1V4Ao
ASCOLTA/ACQUISTA IL SINGOLO QUI: https://spoti.fi/37UgqDh
  / https://apple.co/3g5BJp5
 
I SOULS OF DIOTIMA sono una band con uno stile unico, caratterizzato da elementi riconoscibili di metal tradizionale, progressivo e sinfonico, così come elementi non convenzionali, intrecciati musicalmente in un nuovo modo fortemente espressivo. Il loro stile richiama atmosfere e tradizioni mediterranee e si potrebbe chiamare "Mediterranean Metal".
 
SOULS OF DIOTIMA sono:
Claudia Barsi - Voce principale
Giorgio Pinna – Batteria
Antonio Doro – Basso, Voce Scream
Fabio "The Black Mask" Puddu - Chitarra

Sod

Commenti

Lascia un commento

live report

Aromysez

ARMORY
Plan B - Malmö

Con le restrizioni causa Covid-19 che si inaspriscono (niente alcool dopo le 22 e numero massimo di partecipanti ridotto all'indomani dell'evento da 50 a 8), questo in esame potrebbe essere stato l'ultimo appuntamento del genere per chissà quanto t...

Nov 26 2020

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web