You are here: /

THE DRIPPERS: Action Rock

data

01/08/2019
70


Genere: Punk Rock
Etichetta: The Sign Records
Distro: Audioglobe
Anno: 2019

Tempo di debutti in casa The Sign Records. Tocca ai The Drippers, che dopo il loro EPMotherfuckers Be Drippin’, pubblicato nel 2018,  lanciano sul mercato ‘Action Rock’. “(Ain’t No) Shangri-La” è il giusto brano d’impatto da mettere in prima fila per far comprendere all’ascoltatore di che pasta sono fatti i musicisti: riff rock n’roll ultra-classici, basso potente, batteria punk e cantato ben urlato, il tutto distorto quanto più possibile, sono i marchi di fabbrica di questa formazione. Il pubblico con questi pezzi non potrà restare fermo. Un brano dietro l’altro, il terzetto svedese, ci colpisce con assoli all’insegna della scala pentatonica, ritmiche potenti, cori ignoranti e nessuna sperimentazione, cosa che non serve quando la "ricerca sonora" è un muro di suono che spettina tutti. Qualcosa che separa i The Drippers dalla maggior parte delle altre band è l'uso intenso della doppia voce principale per dare al suono una dimensione extra. Con brani come “Gimme The Shakes” e “Bottled Blues” i nostri, si assicurano live movimentati e ricchi di pogo. Calcando leggermente sull’acceleratore e sui toni vocali i The Drippers ci fanno capire da quale scuola vengono e a quale movimento vogliono appartenere; le sonorità sono quelle classiche della scena svedese punk/rock della prima metà degli anni ’90, Turbonegro, Gluecifer, The Hellacopters, New Bomb Turks con richiami anche a band come The Stooges, MC5 e Radio Birdman . Troviamo, inoltre, riferimenti più particolari come in “White Light”; la costruzione del brano e il basso distorto fanno notare un avvicinamento alle sonorità dei Motörhead, vedi anche “Backbeat” e “Ready To Fall”. La band dà sicuramente il meglio di sé nelle esibizioni live, affrontate già da alcuni anni proprio al fianco di alcune delle formazioni venerate dai membri del gruppo stesso. Disco registrato durante la seconda metà del 2018 al Sunlight Studio dal leggendario produttore Tomas Skogsberg che proprio negli anni ’90 ha portato al successo alcune delle formazioni sopraccitate. Niente di nuovo dal punto di vista di sonorità, o sperimentazione, ma se cercate un bell’album punk/rock dalle sonorità dirette, senza fronzoli né compromessi, eccolo qui per voi.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Htcf

HEAR THE CHANGE FESTIVAL
HT Factory - Seregno (MB)

Provare a creare eventi musicali di un certo interesse è sempre dispendioso, in termini economici ed organizzativi. Questo dispendio di energie viene ulteriormente moltiplicato quando si cerca di coinvolgere band che propongono in primis musica inedita; in sec...

Oct 22 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web