You are here: /

SUCH A SURGE: ALPHA

data

24/05/2005
45


Genere: Nu-Metal
Etichetta: Nuclear Blast
Anno: 2005

Sembra proprio che in Germania in questi ultimi anni si sia persa la vena creativa di una volta. E’ infatti qualche anno che continuo a vedere uscire dischi tedeschi che sono spaventosamente tutti uguali uno all’altro: a partire dal power metal, dove ormai i gruppi imitatori degli (ormai ex) Helloween ormai non si contano più, andando fino all’elettronica, sembra che ormai i compari teutonici non facciano più lo sforzo di inventarsi qualcosa di nuovo. E dire che nei bei tempi andati la Germania ha prodotto quanto di meglio la musica rock ricordi, come appunto i succitati Helloween, o i mitici Scorpions, per non parlare della leggendaria “triade del Thrash”, vale a dire Sodom, Kreator e Destruction; lungi da me quindi qualsiasi pregiudizio dunque verso la musica tedesca, che ha allietato molte ore della mia esistenza. Nonostante ciò, a parte alcune importanti eccezioni (una su tutte: i Sacred Steel, ma anche i Rammstein), quello che hanno fatto i gruppi germanici negli ultimi dieci anni non è stato altro che cercare di ripetere i successi dei maestri seguendo (troppo) pedissequamente la loro lezione, senza sentire la necessità di innovare il genere, di emulare invece che imitare. Ciò ha generato una serie impressionante di bands-cloni delle quali, in tutta onestà, faremmo volentieri a meno. Purtroppo questo fenomeno (mi permetto di chiamarlo così, anche se forse qualcuno non sarà d’accordo) colpisce anche i Such A Surge, band attiva sin dal 1993 e giunta qui al sesto full-lenght. Questa band era finora poco nota al pubblico italiano per la loro scelta di cantare in madrelingua, che li aveva costretti ad una distribuzione limitata ai paesi di lingua tedesca (Germania, Austria, Svizzera). Il gruppo sembra mischiare in modo piuttosto confuso metal, hip-hop e rock, producendo una sorta di crossover che cerca in parte di imitare i Rammstein, mancando però della giusta cattiveria (basta ascoltare la opener Ueberfall), in parte di trovare melodie decisamente commerciali in stile Linkin’ Park (sentire “Alles was mir fehlt”, “Mein tag” ma soprattutto “Mission Erfuellt” per farsi un’idea di quello che dico), cosa che potrebbe far rabbrividire il metallaro tradizionalista. Mancano davvero di carisma questi ragazzi, benchè la loro decennale carriera potrebbe far pensare diversamente: i pezzi non convincono mai del tutto, e soprattutto il cantato in tedesco (incomprensibile alla maggior parte del pubblico europeo) non è compensato da un ottimo livello compositivo, come invece avviene per i Rammstein. La Nuclear Blast è maestra nello sfruttare le mode del momento in campo rock-metal, ma non basta essere simili ai Rammstein per vendere qualche cd sul mercato europeo.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Col

CULT OF LUNA + BRUTUS + A.A. WILLIAMS
Alcatraz - Milano

Sarebbe stato a dir poco entusiasmante poter assistere ad un live dei Cult of Luna assieme a Julie Christmas, i quali hanno costruito insieme quel gioiello che è stato l’album ‘Mariner’. Purtroppo, questa collaborazione si è tradotta i...

Dec 6 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web