You are here: /

SISTER SIN: True Sound Of The Underground

data

02/10/2010
60


Genere: Hard Rock
Etichetta: Metal Heaven
Distro:
Anno: 2010

In tutta onestà “Switchblade Serenate“ non mi aveva entusiasmato, mi avevano colpito il bel groove creato dalla band e la voce dell'affascinante Liv, per una volta non una copia di Nancy Wilson delle Heart di turno. Si ripropongono a distanza di due anni con questa freschissima opera. In primis bisogna ammettere che si discosta ben poco dall'esordio e dal sopracitato platter, tracce dei Motley Crue dell'era di 'Theater Of Pain' sono ben identificabili, cosi' come impronte di Ac/Dc d'annata. Se aggiungiamo la sterzata verso qualcosa che risponde al nome di Crashdiet, l'idea si crea immediatamente di cio' che abbiamo tra le mani. E' pleonastico che un mix tra quanto sopra sarebbe esplosivo sulla carta, peccato che c'è una grande assenza: le canzoni! Spesso appaiono veramente come dei cloni al femminile dei sopracitati Crashdiet, riescono addirittura a fare peggio dell'ultima fatica dei loro conterranei. I brani sono sì ben strutturati, potenti ed accattivanti, solo che non lasciano assolutamente nulla. Esempio eclatante è il singolo “Outrage“ che cade al di sotto dello stereotipo che ognuno di noi si immagina come pezzo trascinante. Non sono neanche scontati perché per sollevare un attimo il giudizio sarebbero bastati un paio di chorus decenti, ma anche quando la struttura della canzone lo avrebbe consentito i nostri quattro hanno visto bene di starsene alla larga! Propongono anche una cover di UDO, "24/7", dall'album 'Mission No. X' dello gnomico germanico, immutando la parte strumentale e rovinando il cantato perchè una voce femminile non ottiene i risultati e quell'impronta unica che Udo riesce a dare a qualsiasi suo brano. Di band che offrono questo genere oramai siamo colmi, alcune come i Reckless Love qualche bel pezzo lo detengono, gli Airbourne sono una bella copia degli Ac/Dc, i Crashdiet tutto sommato qualche bel capolavoro post scomparsa di Lepard l'hanno scritto, ma i Sister Sin? Sicuramente in sede live saranno travolgenti, hanno fatto tour mondiali ed aperto per "signore band", rimane il fatto che a livello di songwirighting non ci siamo. Assolutamente.

MANY DESKTOP PUBLISHING PACKAGES AND WEB PAGE EDITORS NOW USE Reviewed by Admin on Jan 6 . L'Amourita serves up traditional wood-fired Neapolitan-style pizza, brought to your table promptly and without fuss. An ideal neighborhood pizza joint. Rating: 4.5

Commenti

Lascia un commento

live report

Col

CULT OF LUNA + BRUTUS + A.A. WILLIAMS
Alcatraz - Milano

Sarebbe stato a dir poco entusiasmante poter assistere ad un live dei Cult of Luna assieme a Julie Christmas, i quali hanno costruito insieme quel gioiello che è stato l’album ‘Mariner’. Purtroppo, questa collaborazione si è tradotta i...

Dec 6 2019

2015 Webdesigner Francesco Gnarra - Sito Web